Scopri il mondo Touring

Njardarheim è la ricostruzione storica di una Viking Valley tra i paesaggi incantati del Nærøyfjord, sito Unesco

Vivere come veri vichinghi: nella Norvegia dei fiordi si può

di 
Fabrizio Milanesi
12 Luglio 2017
“Sei davvero un vichingo”: alle nostre latitudini non è proprio un complimento, soprattutto se vi trovate in occasioni mondane o vagamente chic.
 
Ma la vox populi prende spesso delle cantonate. Che i Vichinghi non fossero dei Lord lo si immagina, ma che facessero solo danni è un enorme falso storico.
 
La loro presenza in Norvegia dal IX secolo portò commerci, benessere, salute e integrazione con le popolazioni locali confinate tra fiordo e fiordo. Altro che barbari.
 
E i ragazzoni barbuti avevano appena fondato una "cosina" come Dublino. Bene, se voleste scoprire il vostro lato vichingo il posto giusto è Njardarheim, la ricostruzione fedele di un autentico villaggio vichingo.
 
La Gudvangen Viking town
 
ANDARE NEL NÆRØYFJORD, NELLA VIKING VALLEY
Il luogo a cui si ispira questa rievocazione storica a 360 gradi si chiama Gudvangen, davvero un villaggio di fondazione vichinga, conficcato in fondo a uno dei più suggestivi fiordi della Norvegia, il Nærøyfjord, sito Unesco e braccio meraviglioso e selvaggio dell’enorme ed iconico Sognefjord.
 
Arrivarci in battello sulla tratta Gudvangen-Aurland-Flåm è come entrare in uno scenario da fiaba. 17 chilometri di lunghezza e 250 metri di larghezza media tra erba luccicante, montagne spruzzate di neve e bucoliche fattorie.
 
A Gudvangen, da quasi due decenni, si teneva ogni estate un mercato vichingo. Ora al suo posto è stato costruito questo villaggio che dal 31 maggio fino al 1 ottobre farà rivivere nelle lunghissime giornate nordiche del 2017 un salto nel passato.
 
Lo spettacolare Nærøyfjord, all'interno della Contea di Sogn og Fjordane
 
VIVI COME UN VICHINGO…
Nel villaggio, i visitatori possono partecipare a un viaggio emozionante e incredibile che li riporta a più di mille anni indietro nel tempo. Da non perdere il cantastorie che racconta chi erano i Vichinghi e da dove provenivano, la loro comunità, i loro viaggi, le loro imbarcazioni e come l'età vichinga abbia lasciato un segno profondo nella storia.
 
Nel Njardarheim, la “casa del Dio Njord”, i visitatori possono sperimentare l tiro con l’arco, il lancio dell’ascia, oppure imparare i tradizionali giochi vichinghi. Catrame e fuoco, e ovviamente la cucina del tempo.
 
Olafr Reydarsson, chieftain della Gudvangen Viking town
 
…MANGI COME UN VICHINGO
Anche in questo caso l’immaginario va a sbattere sulla verità storica. Perché gli amici vichinghi erano sicuramente dei goliardici compagni di bevuta, ma il loro cibo (pesce grasso, zuppa con pane, salsiccia, insalata di cavolo, pane appena sfornato con salmone o salsiccia e crema acida insaporita con aglio) era addomesticato con molte erbe. Cannella, timo e basilico erano veri e propri bottini di viaggio che ammansivano le materie prime non proprio da dieta mediterranea.
 
Un piatto vichingo in versione gourmand /foto Bjork-Brasserie
 
INFO
- Quando: “Njardarheim” è aperto dal 31 maggio fino al 1 ottobre 2017
- Prezzi: adulti, 195 NOK (poco più di 20 euro); bambini dai 4 ai 15 anni 98 NOK (poco più di 10 euro)
- Per i dettagli e le info su come arrivare vai sul sito della Viking Valley
 
MONDO TOURING
Parti per con una Guida Verde Touring dedicata alla Norvegia. Acquistala con sconti per soci nei nostri Punti Touring o sullo store on line TCI!