Scopri il mondo Touring

All mountain, Enduro e Downhill, l'estate a pedali (e non solo) nel cuore delle Dolomiti

Val di Sole, il Trentino a misura di bicicletta

di 
Fabrizio Milanesi
6 Aprile 2017

La bicicletta è solo un mezzo o può diventare il fine di un viaggio? Forse alla domanda non c’è una sola risposta, ma per trovarne qualcuna una meta che vi consigliamo senza riserve è la Val di Sole.
 
Il paesaggio che  la incornicia è già un motivo più che valido per raggiungerla. Siamo a nord ovest del Trentino e intorno svettano alcune delle più scenografiche catene montuose dell’arco alpino: i Gruppi dell’Ortles, il massiccio dell’Adamello e le Dolomiti di Brenta. Scendendo a valle i pascoli poi diventano meleti e vigneti che si rincorrono su un enorme tappeto verde, attraversato dal Noce, suggestivo, bizzoso e ideale fiume per il rafting.
 
Noi siamo andati in questa splendida valle del Trentino la scorsa estate, in occasione dell’ultima tappa del circuito mondiale di Mountain Bike. Ma in questi giorni, con la stagione primavera-estate al suo debutto vorremmo tornare in sella tra quelle montagne per l’inebriante sensazione di libertà che regalano le esperienze in bicicletta nella Val di Sole.
 
Sulla ciclabile della Val di Sole/foto apt Val di Sole, Peio, Rabbi
 
IL FAMILY ENDURO TRAIL IN VAL MELEDRIO 
La prima volta che ci si infila un casco integrale e si indossano ginocchiere e polsiere per guidare una bicicletta la sensazione ondeggia tra l’eccitazione e il disorientamento. A spiegare lo strano incontro tra un “armatura” da motocross e un semplice mezzo a pedali sono le scelte degli attori turistici della Val di Sole, decisi da tempo a puntare tutto sulla sostenibilità della bicicletta, il mezzo ideale per trainare il turismo nelle tre stagioni non imbiancate dalla neve.
 
Il nostro “battesimo” sulle “ruote grasse” di una endurobike si è celebrato in un trail nella Val Meledrio. E ogni rito ha i suoi rituali. Nel Val di Sole Bike Rent & Tour di Daolasa è avvenuta “la vestizione”. Cinque minuti e ci molleggiamo sulla nostra mtb noleggiata, imbragati con tutto il necessario per scendere in sicurezza.
 
Una pausa durante il trail in val Meledrio/foto Fabrizio Milanesi
 
L’”ascensione” è avvenuta invece con la cabinovia che ci ha portati ai 2100. Per non scapicollare a valle mandiamo a memoria i primi comandamenti sciorinati dalla guida messa a disposizione dal rent: si frena il necessario, si frena con due dita, si frena anche con il corpo; la bicicletta va dove posi lo sguardo; sei come una pallina da ping pong e se tra A e B c’è un ostacolo bisogna mantenere un’inerzia che ci permette di superarlo, altrimenti…
 
 
Sull'ovovia con le MTB /foto F.M.
 
L’itinerario scende nella val Meledrio: tra strade bianche e single tracks (tratti impegnativi dove passa solo una bicicletta) andiamo a tutta lasciandoci alle spalle la Malga di Daré, campo Carlo Magno, un panoramico campo da golf, malga Mondifrà, per immetterci sul “senter dela lec”, un piacevole saliscendi in quota che ci riporta al punto di partenza.
 
Il family-tour è adatto a tutti, anche ai più piccoli, non solo per chi ha già esperienza. Peraltro in Val di Sole tra mountain bike, electric mountain bike, bici da strada o ibride da passeggio ognuno può ritagliarsi su misura il suo percorso in bicicletta.
 
Il panorama sulle Dolomiti di Brenta
 
IN BICI+TRENO SUi 36 CHILOMETRI DI CICLABILE
Tornati a Daolasa, cambiamo bici! Svestiamo l’armatura e teniamo il caschetto. Passiamo a mezzi meno “aggressivi”, senza ammortizzazione e con freni a tamburo per provare la pista ciclabile che segue quasi per intero il percorso del fiume Noce in valle. Ad oggi sono 35 km, ma nella recente conferenza stampa milanese di presentazione della stagione 2017 il presidente dell’Apt Val di Sole ha dichiarato che è in progetto un raddoppiamento del chilometraggio del percorso ciclabile.
 
Siamo partiti dal Ponte di Mostizzolo e “mangiando e bevendo” il tracciato perlopiù asfaltato, segnalato e protetto tra  boschi, prati, pascoli. In un tratto davvero “profumato” abbiamo attraversato filari di meleti in un paesaggio tipicamente trentino in cui spicca la mole bianca del complesso di Castel Caldes, riaperto al pubblico dopo un lungo restauro. Proseguendo verso Mezzana e poi deviando verso l’arrivo della ciclabile a Cogolo (in val di Peio) lo scenario si apre sulle cime del Gruppo dell’Adamello, della Presanella e del Cevedale.
 
Tra i meleti sulla ciclabile della Val di Sole /foto F.M.
 
DOLOMITI EXPRESS, NEI SOGNI DEL CICLOTURISTA
Dopo una sosta corroborante a tavola (imperdibili il formaggio Casolet e un calice di spumeggiante bianco trentino) abbiamo raggiunto Caldes, in attesa del Dolomiti Express che ci avrebbe riportato a Daolasa.
 
Le carrozze del Dolomity Express sono uno sponsor viaggiante al concetto della sostenibilità. Le biciclette caricate sono tantissime e tutte agganciate in sicurezza (in totale i posti-bici sono 60). Per un appassionato di cicloturismo è un po’ come salire sul treno “magico” della saga di Harry Potter, un treno che ha come unica missione di accoglierti dopo aver pedalato in un paesaggio che si sogna di ritrovare una volta rientrati in città.
 
La carrozza-bici del Dolomiti Express /foto F.M.
 
ESTATE 2017, UNA STAGIONE PER TUTTI, CON FINALE DA BRIVIDO
Ci sono valli che per morfologia e posizione si adattano al turismo attivo, altre sembrano su misura per anziani e bambini o per una proposta enogastronomica d’eccellenza. Il comprensorio solandro per dimensioni (610 km quadrati!), per la cornice di magnifiche vette (Ortles, Adamello e Brenta) e per un fiume a carattere torrentizio riesce invece a concentrare nel periodo estivo un'offerta completa: termalismo (Peio e Rabbi), trekking (parco dello Stelvio), arrampicata (al Tonale, a Ossana, a Folgarida, a Malé), rafting, pesca sportiva, canyoning, kayak (sul Noce), e ovviamente la bicicletta.
 
Tantissimi gli eventi culturali e sportivi ma il finale è da brivido con la gara di Downhill sulla tecnicissima pista Black Snake, a chiusura dei mondiali di Mountain Bike, in programma a Daolasa di Commezzadura, dal 25 al 27 agosto 2017 ci sarà la finalissima della Coppa del Mondo di MTB UCI, disciplina Downhill e Cross Country ed i Mondiali della disciplina Four Cross.
 
Un momento della finale di Downhill sulla pista Blake Snake /foto F.M.
 
INFORMAZIONI PRATICHE
- Le informazioni sul mondo della bicicletta in Val di Sole sono sul sito www.valdisolebikeland.com.
- Idee, suggerimenti, agenda eventi e contatti sono sul sito www.valdisole.net.
Novità dell’estate 2017 è l’interessante offerta della Trentino Guest Card Opportunity, che dal 10 giugno al 24 settembre 2017 consente vantaggi su servizi ed acquisti in tutto il comprensorio.  Per i dettagli vai alla pagina dedicata all'offerta.
 
Rafting sul fiume Noce, una delle proposte estive della Val di Sole
 
DORMIRE E MANGIARE
- Noi abbiamo trovato una buonissima accoglienza all’Hotel Domina Parco dello Stelvio, prenotabile sul sito del nostro partner Booking.com.
- Casolet, grappe, selvaggine e tutte le specialità del territorio con un panorama sulla valle a 2000 mt di quota si trovano al Rifugio Scoiattolo, nella val di Pejo, punto di riferimento per esperienze ed escursioni nella valle dolomitica. Info: www.rifugioscoiattolo.com.
- Ecco le nostre schede dedicate con molti altri consigli su dove dormire e dove mangiare in Val di Sole! 
- Tutte le informazioni sulla regione nella nostra Guida Verde Trentino Alto Adige, da comprare online a prezzi scontati!
 
Vuoi dormire in Val di Sole? Ecco le strutture che abbiamo selezionato per te!
106457
106514
106513