Scopri il mondo Touring

L'arte protagonista nel giorno degli innamorati, grazie a pacchetti ad hoc

Un romantico San Valentino a Torino. In compagnia di Renoir

di 
Marco Lovisco
13 Febbraio 2014

Un uomo e una donna danzano abbracciati. Lei ha gli occhi socchiusi e il viso premuto sulla spalla del compagno, la mano che calza un elegante guanto bianco contrasta sull'abito scuro di lui mentre lo strascico ondeggia al suono della musica. È facile scorgere tratti romantici in un'opera di Pierre-Auguste Renoir (nello specifico si tratta di Danza in città, opera del 1883). Nelle sue pennellate c'è la Parigi bohémien, l'amore per le donne, il valore dell'amicizia ma in quei capolavori emerge soprattutto la sensibilità dell'artista francese capace di cogliere attraverso i colori l'anima di un'epoca di grandi passioni. Per questi motivi il giorno di San Valentino potrebbe essere la data giusta per fare tappa a Torino. Fino al 23 febbraio infatti, la Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea (GAM) ospita la mostra Renoir, una collezione che attraverso sessanta opere giunte dal Musée d’Orsay e dall’Orangerie di Parigi, ripercorre il percorso artistico del maestro dell'Impressionismo.
 

Proprio per il giorno di San Valentino, le coppie possono fruire di due speciali pacchetti legati alla mostra, creati da Gerla 1927 (storica pasticceria torinese). La prima formula associa alla visita guidata alla mostra un aperitivo presso la Caffetteria della GAM; chi invece vuole festeggiare il San Valentino a lume di candela, alla visita guidata può abbinare una cena di gala presso il ristorante L’Orangerie di Corso Vittorio Emanuele. Da Parigi gli innamorati possono volare nell'antico Egitto, pur rimanendo a Torino. Il Museo Egizio di Torino per il 14 febbraio propone “Il mio cuore segue il tuo amore”, un percorso a tema alla scoperta dell'armonia di coppia, partendo da un passo di un'antica poesia egizia.
 

LA MOSTRA RENOIR. Organizzata in nove sale divise per tema, la rasegna della GAM ripercorre l'opera del grande maestro dell'Impressionismo. Dai suoi inizi nella Parigi degli anni sessanta dell’Ottocento, permeata dallo stile bohémien, fino ai generosi nudi femminili degli ultimi anni, passando per i ritratti delle sartine di Montmartre, dei suoi amici e familiari. Non mancano i paesaggi, vera sfida dell'artista che amava definirli “il corpo a corpo con la natura”, i fiori che permettono all'artista di sperimentare liberamente colori e forme e i soggetti quotidiani, testimoni di quell'epoca epoca: i locali da ballo, i cabaret popolari, le serate eleganti e i caffè cittadini. Un'attenzione particolare però merita il dipinto Le bagnanti, vero e proprio testamento artistico dell'artista. L'opera fu dipinta da Renoir quando già l'artrite reumatoide a mani e piedi l'aveva costretto su una sedia a rotelle così che per dipingere era costretto a farsi legare i pennelli alle mani ormai rattrappite.
 

Info: www.mostrarenoir.it
 

IL MIO CUORE SEGUE IL TUO AMORE. È l'offerta che il Museo Egizio di Torino riserva agli innamorati nel giorno di San Valentino (alle 11.30 o alle 17.30). Si tratta di un percorso dedicato all’amore attraverso la scoperta dei sentimenti che permeavano la civiltà egizia: l’amore per la luce, per il sole, per gli dei, per le donne, per i figli e per l’arte, il tutto partendo dalle parole di un'antica poesia egizia.
 

Info: www.museoegizio.it