Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • >
  • Ultima settimana: consigli e suggerimenti per visitare l'opera di Christo sul lago d'Iseo

The Floating Piers rimane aperta fino al 3 luglio

Ultima settimana: consigli e suggerimenti per visitare l'opera di Christo sul lago d'Iseo

di 
Stefano Brambilla
24 Giugno 2016
- L'opera di Christo sul lago di Iseo: che cosa fare e cosa vedere a Monte Isola
- L'opera di Christo sul lago di Iseo: un'escursione alle Piramidi di Zone
- L'opera di Christo sul lago d'Iseo: a Brescia la mostra sul making-of
- L'opera di Christo sul lago d'Iseo: al Franciacorta Outlet Village la mostra Ready Made
- L'opera di Christo sul lago d'Iseo: l'incontro del 24 giugno a Brescia, con il Tci



Sono moltissime le persone che ci chiedono consigli per visitare The Floating Piers, la passerella di Christo sul lago d’Iseo che è diventata una mega attrazione per tutto il Nord Italia e non solo. 

Nel nostro Speciale web abbiamo elencato tutte le soluzioni per arrivare a Sulzano e a Monte Isola (le due località da cui parte l’opera) e molti altri suggerimenti per visitare l’area, oggi vi vogliamo dare qualche consiglio in più sulla base di quanto abbiamo potuto constatare nella prima settimana di visita (ricordiamo che The Floating Piers ha aperto le “porte” il 18 giugno e sarà accessibile fino a domenica 3 luglio compreso).


1. Pazienza. Ci vuole moltissima pazienza: per le code, per la possibilità che la passerella venga evacuata per maltempo, per il caldo spesso intenso, per la folla a volte incontenibile. Non c'è mai certezza che le cose vadano esattamente come le avete programmate. Nella prima settimana ben 75mila persone al giorno - in media - hanno camminato su The Floating Piers. Non partite senza una buona dose di tempo e pazienza: se non ne avete, meglio rimanere a casa.

2. Sembra una banalità, ma programmare la visita in un giorno feriale è meglio che pensare di visitare The Floating Piers nel weekend. Meno code, meno affollamento, più possibilità di godersi l’opera. Se potete, pensate anche di recarvi alla mattina presto (chi è stato alle 7 si è sempre trovato in condizioni ottime) o al crepuscolo. 

3. Non sottovalutate gli orari. Vi ricordiamo che la passerella di Christo - fino a disposizioni contrarie - è accessibile solo fino alle 22 e il servizio navetta apre alle 5.30. Tutte le informazioni nella nostra pagina dedicata.


4. Detto questo, il modo migliore per accedere alla passerella è probabilmente quello di prenotare un traghetto da uno qualsiasi dei paesi affacciati sul lago. Il traghetto porta direttamente a Monte Isola, dove c’è meno folla rispetto a Sulzano e - generalmente parlando - meno code per accedere all'opera. Il traghetto da Sarnico a Sensole è il più indicato per arrivare all'isoletta di San Paolo, difficilmente si formano code all'accesso della passerella.

Se riuscite a prenotare il traghetto (ci risulta che per il prossimo weekend sia tutto full), non farete code all’imbarco; se non riuscite, dovrete mettervi in fila per la rimanente parte dei biglietti (il 70% è prenotabile online, il 30% in loco) e mettere in conto parecchio tempo per riuscire a salire sulla barca. Tutte le informazioni su come arrivare in barca a Monte Isola nella nostra pagina dedicata. 

5. Anche per chi va in battello, rimane comunque il problema del parcheggio: dove lasciare la macchina? Chi riesce a prenotare il battello può prenotare anche un parcheggio convenzionato nel luogo di imbarco, sempre che ci siano ancora posti. Se non trovate più posti, potete sperare di trovare qualche parcheggio non convenzionato: ma anche qui mettete in conto un po’ di tempo per la ricerca. 

Certo, è comunque più facile trovare parcheggio a Sarnico o a Lovere rispetto che nelle vicinanze di Sulzano. Potreste anche pensare, se avete prenotato il battello, di giungere in treno al punto d’imbarco: meno ansia per il parcheggio, ma a volte più code (per esempio alla stazione di Brescia).


6. Chi preferisce arrivare a Sulzano, sappia che: i treni che fermano nelle località vicine spesso sono pienissimi, in ritardo e con grandi code alla stazione di Brescia; che dalle stazioni dei vari paesi bisogna aspettare le navette anche per lungo tempo (spesso sono state bloccate per varie ore e non sono affatto garantite); che le code all’ingresso della passerella (nel paese di Sulzano) possono essere molto lunghe nel corso della giornata, soprattutto la mattina e nelle ore centrali. 

In generale nel tardo pomeriggio c’è meno gente. Tenete anche in mente, se ci dovessero essere code interminabili per l’accesso alla passerella, che da Sulzano partono ogni 15 minuti i battelli per Monte Isola: non si possono prenotare, ma spesso c’è meno coda rispetto all’accesso vero e proprio. Un’altra soluzione, se riuscite a parcheggiare a Iseo e avete buone gambe, è quella di percorrere la bellissima Via Valeriana a piedi: ci si mette circa 90 minuti, ma è un percorso molto accattivante… e poi si gusta ancora meglio l’arrivo all’opera di Christo.

7. Last but not least. Per favore, usate il buon senso. Se c’è sole, partite con acqua, cappelli, creme solari. Se non state bene fisicamente, lasciate perdere. Se possibile, portate con voi i vostri rifiuti per non inquinare il delicato microcosmo di Monte Isola. Non parcheggiate a bordo strada - il parcheggio selvaggio è diventato un’abitudine, vicino a Sulzano, con tutte le conseguenze del caso. Siate rispettosi!