Scopri il mondo Touring

Domenica 2 marzo, settima Giornata nazionale delle ferrovie dimenticate

Treni e binari, che passione!

di 
Renato Scialpi
27 Febbraio 2014

In vista della settima Giornata nazionale delle ferrovie dimenticate, il punto di riferimento per gli addetti ai lavori è il convegno organizzato da Co.Mo.Do per venerdì 28 febbraio, dalle 9.30, presso il complesso museale di S. Maria della Scala a Siena. Il titolo dell'incontro Le ferrovie delle meraviglie. Ieri, oggi e domani sintetizza con efficacia l'invito a una riflessione sul destino delle singole tratte ferroviarie inutilizzate e sottoutilizzate del nostro Paese per infondere nuova linfa al territorio e trasmettere memoria, orgoglio e motivazioni alle tante associazioni che si prodigano nella loro tutela e in quella del paesaggio circostante. Il tema troverà una eco anche alla VII edizione del Festival europeo del gusto, organizzato dall’Associazione internazionale azione Borghi europei del gusto, che si svolge a Grantorto (Pd) dal 28 febbraio al 2 marzo prossimi e per il quale è stato scelto proprio il filo conduttore delle ferrovie dimenticate.

Nel finesettimana del 1°-2 marzo, tra le tante iniziative in programma, il Touring tiene a segnalarne alcuni appuntamenti che vedono coinvolti in prima persona consoli Tci e soci volontari.

In particolare si tratta, sabato 1° marzo, della passeggiata lungo la ferrovia Porrettana tra le stazioni di Valdibrana e di Piteccio (Pt), organizzata dai consoli di Bologna e di Pistoia, che prevede il suggestivo passaggio sul maestoso ponte ferroviario di Piteccio.

A Campo di Giove, piccolo comune dell'Aquilano, l'intero finesettimana sarà dedicato alla storica linea Sulmona-Isernia e al suo futuro con una mostra fotografica, dibattiti, proiezioni cinematografiche, una passeggiata lungo la linea ferroviaria, visite guidate e degustazioni.

Da Barbarano Romano (Vt), domenica 2 marzo, parte un trekking lungo il tratto tra le stazioni di Civitella Cesi e Montreromanola della vecchia linea Capranica-Civitavecchia, dismessa esattamente mezzo secolo fa, che comprende l'ardito ponte sul Mignone, capolavoro ingegneristico del primo Novecento.

È riservato ai malati di nostalgia, invece, l'appuntamento proposto nell'ambito della giornata del 2 marzo dalle Ferrovie del Basso Sebino: alle 9.56 partirà infatti dalla stazione di Bergamo per Paratico Sarnico, percorrendo la storica linea della valle dell'Oglio, un convoglio speciale comprendente le carrozze “centoporte” degli anni Trenta, trainate da un locomotore diesel d'epoca.

Tra le manifestazioni collaterali della settima Giornata delle Ferrovie dimenticate, vanno segnalati il concorso nazionale fotografico su Instagram e Rail Sketching, il primo concorso nazionale di disegno dal vero dedicato alle Ferrovie dimenticate.

Qui il programma dettagliato della Giornata, con le iniziative raggruppate per regione.

INFO: qui maggiori dati sulle iniziative di Co.Mo.Do.

Linee: Porrettana (Valdibrana-Piteccio) qui;
Sulmona-Isernia qui;
Capranica-Civitavecchia qui.

Convoglio storico Bergamo-Paratico Sarnico qui.