Scopri il mondo Touring

Estate in montagna? Sankt Moritz e il Kulm Hotel vi aspettano

St. Moritz: vacanze sulle Alpi tra jazz, spa e golf

di 
Luca Bonora
3 Luglio 2014

Quando pensiamo a una vacanza lussuosa solitamente immaginiamo qualcosa di sfarzoso, eccessivo, magari anche pacchiano. Dimenticando che un lusso è, semplicemente, qualcosa per pochi (in genere è una questione di prezzo, o di status sociale) e dovrebbe essere sinonimo di eleganza e qualità.
Se amate il lusso tanto quanto la discrezione, il golf ma anche il relax, il lago ma anche la montagna, la cucina raffinata ma anche il jazz, la destinazione ideale, d'estate come d'inverno, non può che essere Sankt Moritz.

Lusso, e capacità innata di primeggiare: è a St. Moritz che nel 1864 nacque, per scommessa, il turismo alpino invernale; è a St. Moritz che brillò la prima lampada ad arco della Svizzera. Ed è sempre a St. Moritz che furono inaugurati i Giochi Olimpici Invernali nel 1928 e 1948.

All'insegna del lusso e della discrezione sono anche gli hotel di Sankt Moritz, in gran parte 4 e 5 stelle: alcuni sono amati dai vip e da chi vuole farsi vedere, altri da chi, almeno in vacanza, vuole invece passare inosservato e godersi tranquillità e relax. A quest'ultima categoria appartiene il Kulm hotel, storico hotel fondato nel 1856 da Johannes Badrutt, l’uomo che rese questo centro delle Alpi Svizzere una destinazione di prima classe. Primeggiare diventa un imperativo, assecondato con elegante noncuranza: così il Kulm mette a disposizione dei suoi ospiti duemila metri quadrati di spa, con vasche esterne e una vetrata panoramica che domina il lago di Sankt Moritz.

Ancora oggi, il Kulm è sinonimo di eleganza raffinata e attenzione costante al cliente. Del resto, è una città nella città con 300 dipendenti, 128 camere e 45 suite, 5 ristoranti, lounge bar, spa e un campo da golf a 9 buche, ideato nel 1891, il primo - manco a dirlo - dell'intero arco alpino.

Per la stagione estiva, il Kulm hotel gioca uno dei suoi assi nella manica: il Festival da Jazz (scritto proprio così), ospitato nel Dracula Club. Nulla a che vedere con il vampiro più famoso della letteratura: l'ormai mitico locale jazz dell'Engadina deve il nome al suo fondatore, herr Dracula Gunter Sachs, e non ha nulla di gotico né di macabro.

Anzi, è un minuscolo tempio – può ospitare al massimo 150 spettatori) – dove si esibiscono star internazionali. Basti pensare che per il Festival da Jazz 2014, in programma dal 10 luglio al 10 agosto, si esibiranno tra gli altri Natalie Cole (11 luglio), John Scofield (14 luglio), Cassandra Wilson (25 luglio), Pink Martini (26), Paolo Conte (4 agosto) e Mario Biondi (6 agosto). In totale, quasi 50 concerti su tre sedi (qui il programma completo): il Dracula club, appunto, il Laudinella concert hall per gli eventi più grandi, e per i "midnight concert", i concerti di mezzanotte, il Sunny bar, lounge bar del Kulm Hotel. Noblesse oblige.