Scopri il mondo Touring

Oxfam Italia lancia la prima guida digitale per chi vuole fare eco turismo nel Paese balcanico

Scoprire la Bosnia verde con una app. Grazie a Oxfam

di 
Tino Mantarro
25 Giugno 2013

Le guide turistiche possono servire a molti scopi: primo, non perdersi. Poi scoprire giorni per giorno una destinazione andando molto oltre le prime impressioni, venendo a sapere quel che si ignorava e senza l'aiuto di una guida si sarebbe certamente perso. Ma spesso servono anche per necessità molto più prosaiche, come trovare il benzinaio più vicino, o il bancomat nell'eventualità siate rimasti senza contante. E se la guida oltre che essere cartacea è anche a portata di smartphone ecco che le informazioni diventano facilmente accessibili e rendono la vacanza molto, molto più semplice.


È per questo che Oxfam Italia, ong che danni opera in Bosnia Erzegovina occupandosi tra le altre cose anche di promuovere il turismo sostenibile ed ecologico, ha deciso di realizzare la prima app per turisti dedicata al Paese balcanico. Realizzata all'interno del programma europeo di cooperazione See Net, la app di Oxfam presta particolare attenzione all'ecoturismo, considerato a ragione delle chiavi di lettura più interessanti per visitare un Paese ancora poco conosciuto come la Bosnia Erzegovina.


La app contiene brevi descrizioni, fotografie, contatti, mappe e tutto quanto può servire per costruire il proprio itinerario alla scoperta della Bosnia, magari decidendo di inoltrarsi nelle verdi valli dei fiumi, Una, Sana, Drava e Neretva, che solcano il suo territorio. Dedicandosi al rafting, alle passeggiate o alla scoperta dei prodotti tipici, dal formaggio nel sacco al prosciutto crudo. Senza dimenticare, ovvio, di tenere qualche giorno per esplorare la a bellissima (e sottovalutata) Sarajevo.


La app si può scaricare gratuitamente da qui.