Attenzione

La risorsa che stai cercando non è ancora disponibile.
Ti ricordiamo che il sito è in versione beta ed è in continuo aggiornamento.
Torna a trovarci spesso per scoprire tutte le novità.
Se invece cercavi un contenuto specifico vai su www.touringclub.it per avere la versione completa del nostro sito.

Settima edizione per il festival della Fotografia europea. La vita comune è protagonista

Scatti a Reggio Emilia

di 
Barbara Gallucci
11 Maggio 2012

Dall'11 al 13 maggio si inaugura a Reggio Emilia la settima edizione di Fotografia Europea. In tre giorni la città ospita conferenze, incontri, workshop, proiezioni, installazioni, spettacoli e concerti con protagonisti gli scatti di decine di fotografi italiani e internazionali che rimarranno comunque esposti al pubblico fino al 24 giugno. Tema centrale della manifestazione la vita comune intesa e analizzata secondo quattro interpretazioni e suggestioni: il cambiamento, i luoghi comuni della convivenza, il richiamo della partecipazione, la celebrazione delle differenze.



La città diventa per qualche giorno un'immensa galleria fotografica grazie alle 250 sedi espositive, ai 400 fotografi coinvolti, alle decine di mostre correlate e a 100 portfolio on line. Un'abbuffata di immagini di grande intensità e interesse che spaziano dallo stile più da reportage a quelle decisamente più artistiche e concettuali. Dalle metropoli di Peter Bialobrzeski ai figli di immigrati immortalati dalla giapponese residente in Italia Michi Suzuki, dalle spiagge affollate di Massimo Vitali alla Istanbul vista da Paola De Pietri, decine sono le prospettive che raccontano il mondo odierno e la quotidianità. A completare il tutto due grandi raccolte di scatti a opera di maestri come Henri Cartier-Bresson, che ritrae l'Europa dal 1929 al 1991, e Don McCullin, con le sue fotografie di guerra e i suoi paesaggi immortalati tra il 1958 e il 2011.



Il fitto programma delle giornate inaugurali è un mix perfetto tra intrattenimento e confronto. L'11 l'apertura delle esposizioni è salutata con una serata in piazza San Prospero con protagonisti Samuel e Boosta dei Subsonica, mentre ha un tono completamente diverso l'appuntamento del 12 in piazza martiri 7 luglio quando l'epistemologo Gilberto Corbellini e lo scrittore Ivan Levrini coinvolgeranno il pubblico in un'esplorazione del concetto di partecipazione. La stessa piazza diventa poi nel pomeriggio la sede ideale per un dialogo sulla città come spazio condiviso con protagonista lo scrittore e architetto Gianni Biondillo. In serata, di nuovo piazza San Prospero si trasforma in una discoteca a cielo aperto con la Swinging London Night.



L'elenco completo degli appuntamenti è a disposizione sul sito di Fotografia Europea
. Le giornate inaugurali si concludono domenica 13 alle 21.30 in piazza Martiri 7 luglio con un appuntamento davvero originale: X Off, un talent show ispirato a X Factor dedicato però agli aspiranti fotografi e alle loro immagini. Una formula innovativa e divertente per coinvolgere il pubblico che sarà chiamato a esprimere il suo voto. E chi sa che tra i partecipanti non ci sia anche il Cartier-Bresson del futuro...