Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • >
  • Quanto guadagna il presidente dell’Uruguay? 10 spunti per conoscere gli avversari dell’Italia ai mondiali

Un breve viaggio in questo Paese, in attesa della gara della nazionale

Quanto guadagna il presidente dell’Uruguay? 10 spunti per conoscere gli avversari dell’Italia ai mondiali

di 
Marco Lovisco
24 Giugno 2014
Continua il viaggio in compagnia della nazionale italiana e, augurando agli azzurri un percorso ancora lungo, sfruttiamo i Mondiali di calcio per conoscere un po’ della storia, della geografia e della cultura dell’Uruguay, nostro prossimo avversario.

Ci sono tante cose da dire sull’Uruguay, ma ciò che più ci ha colpito (in positivo) è la scelta di vita del suo attuale presidente: Josè “Pepe” Mujica. Il leader uruguagio ha infatti deciso di rinunciare all’appartamento presidenziale, all’auto blu e ha preferito devolvere il 90% del suo stipendio al Fondo Raúl Sendic, un'istituzione che aiuta lo sviluppo delle zone più povere dell'Uruguay attraverso la costruzione di abitazioni con acqua e luce.  Mujica vive con circa 1100 euro mensili che in Uruguay corrispondono allo stipendio di un impiegato di banca. A chi lo definisce “il presidente povero” il presidente risponde: “La maggior parte degli uruguaiani vive con molto meno”.

Mujica a parte, c’è tanto da sapere sull’Uruguay, dalle cabine telefoniche per parlare con Dio alle sue spiagge bianche. Abbiamo provato a riassumerlo in dieci punti.
 

10 SPUNTI PER CONOSCERE L’URUGUAY

- L’Uruguay è uno stato dell’America meridionale di 176.220 km² di estensione e 3.431.932 abitanti, con capitale Montevideo.
 
- L’Uruguay è famoso per le sue spiagge bianche (lungo l'estuario del fiume Rio de la Plata  e l’Oceano Atlantico), il mare limpido e il relax lontano dalla movida. La località più famosa (ma meno tranquilla) è Punta del Este, dove molti vip argentini (e la cantante colombiana Shakira) sono di casa.
 
- Montevideo è una città ricca di storia e di musei, tra tutti il Museo Historico Nacional e il Museo del Gaucho y de la Moneda, un vero e proprio archivio storico per conoscere tutto di questi "cowboy" delle pampas..
 
- Nell'estate 2013 a Montevideo, in Plaza Indipendencia  hanno installato una cabina telefonica per parlare con Dio (foto in gallery).
 
- Tra i piatti tipici dell’Uruguay vi è la “parillada”, grigliata di carne di manzo o maiale cotta alla brace e condita con il chimichurri, miscela di spezie fresche con olio, aceto e limone. Si può gustare in ristoranti tipici chiamati “parillas”.
 
- Garibaldi fu uno dei protagonisti di un episodio-chiave della guerra di Indipendenza dell’Uruguay: l’assedio Di Montevideo. Nel 1843 guidava infatti la  “Legione Italiana”, un gruppo di esuli residenti nella città uruguaiana.
 
- L’Uruguay è stato uno dei primi Paesi ad avere un sistema di educazione gratuito, obbligatorio e laico (1877), il primo Paese in America Latina a sancire il diritto al divorzio (1913) e tra i primi a concedere il voto alle donne (1927).
 
- L’Uruguay ha conosciuto una delle più spietate dittature militari (dal 1973 al 1985), conquistando in quegli anni il triste primato di Paese con il più alto tasso di detenuti per abitanti nel mondo.
 
- Il presidente dell’Uruguay, José Mujica (foto in gallery), vive con 1500 dollari di stipendio, in una vecchia fattoria senza acqua corrente e gira in maggiolino.
 
- “Il tempo della vita è un bene nei confronti del quale bisogna essere avari. Bisogna conservarlo per le cose che ci piacciono e ci motivano. Questo tempo per se stessi io lo chiamo libertà. E se vuoi essere libero devi essere sobrio nei consumi. L'alternativa è farti schiavizzare dal lavoro per permetterti consumi cospicui, che però ti tolgono il tempo per vivere”. (Josè Mujica)
 
 
CREDIT FOTO:
Foto “Mujica”:  Agencia Brasil (CC-BY-3.0-br - http://goo.gl/dROZxR)
Foto “Parillada”: Vitor D’Agnoluzzo (CC – BY – 2.0 - http://goo.gl/dQiuu3)
Altre immagini: Thinkstock