Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • Quali sono i ristoranti stellati in Italia? Ecco la guida Michelin 2018

Il nuovo tre stelle Michelin e il flop di Carlo Cracco, le regioni con più stelle e i locali che hanno meritato il massimo riconoscimento

Quali sono i ristoranti stellati in Italia? Ecco la guida Michelin 2018

16 Novembre 2017

È stata presentata oggi al Teatro Regio di Parma la 63esima Guida Michelin, per il secondo anno al centro della "food valley" emiliana, nella Città Creativa per la Gastronomia dall'Unesco. 
 
Dunque, i ristoranti stellati in Italia secondo la Guida Michelin 2018 sono 356, in crescita rispetto ai 343 dell'edizione precedente il che fa del nostro Paese il secondo al mondo per numero di stellati. Un bel traguardo. 
 
Un elogio alle Dolomiti in questa insalata del nuovo tre stelle italiano Michelin Norbert Niederkofler
 

I TRE STELLATI 2018
Salgono a nove (dagli otto della guida 2017) i ristoranti premiati con le tre stelle Michelin, con una conferma e due altisonanti bocciature. A conquistare per la prima volta la terza stella è Norbert Niederkofler del ristorante St. Hubertus di San Cassiano (Bolzano) che si affianca agli altri otto grandi nomi della ristorazione italiana. Perde una stella invece, il ristorante "Cracco", gestito dal masterchef Carlo Cracco, a Milano, che passa da due a una stella, così come Sadler.  Si registra per il 2018 l’ingresso di tre ristoranti nella fascia a due stelle (in tutto 41 ristoranti italiani): il Vun di Andrea Apreda all’Hotel Park Hyatt di Milano, La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares (anche questo a San Cassiano, come il St. Hubertus) di Matteo Metullo e il Magnolia di Cesenatico (Forlì e Cesena) con lo chef Alberto Faccani.
 
Le altre restanti tre stelle sono Piazza Duomo ad Alba, Da Vittorio a Brusaporto, Dal Pescatore a Canneto Sull'Oglio, Reale a Castel di Sangro, Enoteca Pinchiorri a Firenze, Osteria Francescana a Modena, La Pergola a Roma e Le Calandre a Rubano.
 
St. Hubertus a San Cassiano (Bz), chef Norbert Niederkofler
Piazza Duomo ad Alba (Cn), chef Enrico Crippa
Da Vittorio a Brusaporto (Bg), chef Chicco Cerea
Dal Pescatore a Canneto sull'Oglio / Runate (Mn), chef Nadia Santini
Le Calandre a Rubano (Pd), chef Raffaele e Massimiliano Alajmo
Osteria Francescana a Modena, chef Massimo Bottura
Enoteca Pinchiorri a Firenze, chef Annie Feolde e Riccardo Monco
La Pergola a Roma, chef Heinz Beck
Reale a Castel di Sangro (Aq), chef Niko Romito
 

Il nuovo chef a tre Stelle Norbert Niederkofler, con il suo St. Hubertus di San Cassiano (Bolzano) 

LE REGIONI CON PIU' STELLATI
E quale regione ha più stellati? Al vertice si conferma la Lombardia, con 58 ristoranti stellati, seguita dal Piemonte e dalla Campania a pari merito con 39 stellati. In generale, il Nord la fa da padrone, con 156 ristoranti tra Piemonte, Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige. Stupisce sempre, invece, il numero esiguo di ristoranti stellati in grandi regioni come la Puglia e la Sicilia. Ecco un panorama da nord a sud:

Valle d'Aosta, 4 ristoranti a una stella 
Liguria, 10 ristoranti a una stella
Piemonte, 1 ristorante a tre stelle, 4 a due stelle, 36 a una stella = totale 39 ristoranti stellati
Lombardia, 2 ristoranti a tre stelle, 6 a due stelle, 55 a una stella = totale 63 ristoranti stellati  
Veneto, 1 ristorante a tre stelle, 3 a due stelle, 34 a una stella = totale 38 ristoranti stellati
Trentino Alto Adige, 1 ristorante a tre stelle, 6 ristoranti a due stelle, 19 a una stella = totale 26 ristoranti stellati
Friuli Venezia Giulia, 1 ristorante a due stelle, 6 a una stella = totale 7 ristoranti stellati
Emilia Romagna, 1 ristorante a tre stelle, 1 a due stelle, 20 a una stella = totale 22 ristoranti stellati
Toscana, 1 ristorante a tre stelle, 4 a due stelle, 31 a una stella = totale 36 ristoranti stellati
Umbria, 1 ristorante a due stelle, 1 a una stella = totale 2 ristoranti stellati
Marche, 2 ristoranti a due stelle, 3 a una stella = totale 5 ristoranti stellati
Lazio, 1 ristorante a tre stelle, 2 a due stelle, 28 a una stella = totale 31 ristoranti stellati
Campania, 6 ristoranti a due stelle, 35 a una stella = totale 41 ristoranti stellati
Abruzzo, 1 ristorante a tre stelle, 6 a una stella = totale 7 ristoranti stellati
Puglia, 7 ristoranti a una stella
Calabria, 4 ristoranti a una stella
Sicilia, 4 ristoranti a due stelle, 10 a una stella = totale 14 ristoranti stellati
Sardegna, 2 ristoranti a una stella

"Nominato...": Carlo Cracco perde una delle due stelle Michelin ed è il grande deluso dell'edizione 2018

I PERSONAGGI DEL 2018
Di sicuro il primo è Enrico Bartolini, per tutti ormai l'"uomo a cinque stelle". Bartolini, toscano di 38 anni, è riuscito infatti nell'impresa culinaria conquistare Cinque stelle Michelin per quattro ristoranti in due anni. Nel 2018 anche il suo nuovo Glam di Venezia ha conquistato una stella Michelin, che si aggiunge alle due stelle a Milano con il ristorante al Mudec che porta il suo nome, e alla stella nei suoi locali a Bergamo Alta (Casual Ristorante, chef Cristian Carraro) e in località Badiola Castiglione della Pescaia (La trattoria Enrico Bartolini, chef Marco Ortolani).
 
Enrico Bartolini, lo chef più "stellato" d'Italia, 5 stelle in 4 diversi ristoranti
 
Il secondo è proprio il nuovo tre stelle italiano, Norbert Niederkofler, che ha portato sul gradino più alto della guida Michelin il St. Hubertus all’Hotel Rosa Alpina di San Cassiano in Alta Badia. Norbert Niederkofler è un vero chef dolomitico e non è un caso che il St. Hubertus nasca nel 1996 dedicando le sue insegne al Santo protettore dei cacciatori.