Scopri il mondo Touring

La realizzazione in vetro più ardita del mondo

Pronti per un passo nel vuoto?

di 
Stefano Brambilla
4 Marzo 2014

Le immagini dicono tutto (...guardate la gallery cliccando sopra a destra). Mettereste mai piede nella struttura di vetro che a ragione è stata definita la più ardita del mondo?

C'è veramente da provare qualche brivido. E non soltanto perché siamo a 3842 metri di quota, sulla spettacolare Aiguille du Midi, una delle vette più panoramiche delle Alpi e del mondo intero. La spettacolare struttura, da poco inaugurata, è infatti letteralmente sospesa nel vuoto! 

Si tratta di un box di vetro trasparente su cinque lati (tre lati, pavimento e soffitto) di 2,45 metri d'altezza e 2 metri d'altezza che si protende dalla vetta del massiccio del Bianco e che è stato voluto dal gestore del sito, la Compagnie du Mont Blanc. Tutti i visitatori, che giungono comodamente in funivia da Chamonix per ammirare il fantastico panorama,  possono entrare... sempre che abbiano il coraggio di vedere sotto i propri piedi 1000 metri di vuoto! Come dire... la vertigine è assicurata!

CAPOLAVORO DELLA TECNICA. Ci sono voluti due anni per realizzare Le pas dans le vide (Il passo nel vuoto), così come è stata chiamata l'opera. Calcoli, studi, prove tecniche sulle resistenze degli assemblaggi vetro/metallo, test ripetuti centinaia di volte... Le aziende incaricate hanno dovuto affrontare una sfida mai tentata prima. Anche perché il clima sulla Aiguille du Midi non è certo quello di un posto "normale": i venti possono soffiare per decine di chilometri all'ora (l'opera è stata testata per resistere a raffiche di oltre 220 km/h) e l'escursione termica tra giorno e notte può variare di decine di gradi. Anche per i vetri si è ricorsi a materiali speciali: l'azienda specializzata Pilkington ha scelto un vetro extrachiaro a basso contenuto di ferro (chiamato Optiwhite), che nonostante l'assemblaggio in tri-strato rimane di una trasparenza totale. 

IMPATTO QUASI NULLO. Qualche ambientalista avrà forse qualcosa da dire sull'ennesima opera realizzata ad alta quota, ma dobbiamo dire che in questo caso l'impatto ambientale è davvero nullo. A qualcuno forse verrà in mente la spettacolare struttura costruita sul North Rim del Grand Canyon, ma a differenza di quel ponte qui la gabbia di vetro è totalmente sospesa a degli alberi metallici.

E voi, sareste pronti a sentirvi sospesi nel vuoto?

Informazioni utili: www.compagniedumontblanc.fr; www.chamonix.com