Scopri il mondo Touring

Sono a Roma e a Genova le grandi esposizioni che celebrano il maestro

Picasso, ecco le due mostre imperdibili dell'autunno

di 
Barbara Gallucci
21 Settembre 2017
 
Febbraio 1917. Pablo Picasso arriva per la prima volta in Italia al seguito del suo amico Jean Cocteau. Roma e Napoli le sue mete dalle quali rimane abbagliato. Il viaggio è di lavoro. Deve preparare infatti i costumi e le scene per i Ballets Russes di Diaghilev.
 
Le distrazioni non mancano tra arte e bellezza, compresa quella per la ballerina Olga Kholhlova che diventerà poi sua moglie. Per celebrare i cento anni da quel soggiorno le Scuderie del Quirinale a Roma celebrano il maestro con una mostra dal titolo Picasso. Tra cubismo e classicismo 1915-1925. Ma non è l'unica retrospettiva dedicata al genio spagnolo prevista in Italia quest'autunno.
 
 
DA ROMA A GENOVA
La mostra “romana” documenta quanto il soggiorno italiano di Picasso abbia lasciato il segno sulle sue opere successive spesso d'ispirazione classica o con influssi provenienti dalla cultura popolare. Tra il centinaio di capolavori esposti è possibile osservare Ritratto di Olga in poltrona (1917), Léonide Massine come Arlecchino (1917), Natura morta con chitarra, bottiglia, frutta, piatto e bicchiere su tavolo (1919) e Arlecchino con specchio (1923).
 
Ma è col sipario dipinto Parade, un'immensa tela lunga 17 metri e alta 11, che questa ispirazione raggiunge i massimi livelli. Il capolavoro sarà esposto, per la prima volta a Roma, a Palazzo Barberini, nel grandioso salone affrescato da Pietro da Cortona. Uno straordinario omaggio e un dialogo apparentemente impossibile che lascia letteralmente senza fiato.
 
 
E l'autunno picassiano prosegue a Genova. Dal 10 novembre, infatti, Palazzo Ducale dedica un'altra grande mostra all'artista con 50 dipinti provenienti dal Museo Picasso di Parigi. In questo caso il fil rouge delle opere esposte è il Mediterraneo. Il percorso di visita è tematico e cronologico e approfondisce i diversi contesti in cui Picasso creava i suoi capolavori.
 
Tra bozzetti, disegni preparatori, fotografie e dipinti, si impara a conoscere meglio quello che è stata la sua vita e il suo rapporto con l'arte riassunte perfettamente nella frase scarabocchiata su un suo quaderno esposto in mostra: “La pittura è più forte di me, mi fa fare quello che lei vuole”.
 
 
INFO E ORARI DI VISITA
Roma.
Picasso tra cubismo e classicismo. 1915-1925. Fino al 21 gennaio 2018
Scuderie del Quirinale: dalla domenica al giovedì dalle 10 alle 20; venerdì e sabato dalle 10 alle 22.30
Palazzo Barberini: dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 19.
Biglietto ridotto per i soci Tci dal lunedì al venerdì. 
 
Genova
Pablo Picasso. Capolavori del museo Picasso, Parigi. Dal 10 novembre al 6 maggio 2018
Lunedì dalle 11.30 alle 19.30. Da martedì a giovedì dalle 9.30 alle 19.30. Venerdì dalle 9.30 alle 22. Sabato e domenica dalle 9.30 alle 19.30.