Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • >
  • Parigi, torna il turismo dopo gli attentati. Con la collaborazione degli chef

Il piano del sindaco Hidalgo. Con tutti gli indirizzi golosi

Parigi, torna il turismo dopo gli attentati. Con la collaborazione degli chef

di 
Silvestro Serra
25 Gennaio 2016

A due mesi dagli attentati di che hanno insanguinato la città, Parigi ha reagito con forza al clima di tristezza e depressione che inevitabilmente nei primi giorni dopo gli eventi aveva attraversato i suoi locali pubblici e i suoi famosi bistrot. Magicamente la Ville Lumiére ha riacceso le sue luci e i parigini e i primi turisti hanno ricominciato a frequentare, complice un inverno particolarmente mite, le terrazze e i caffé all'aperto sui grand boulevard.
 
Ma la sindachessa, la franco-andalusa Hidalgo... non si è accontentata e ha deciso nei giorni scorsi di puntare sull'accoglienza e la grande tradizione della gastronomia francese per attrarre nuovamente e convincere le persone a uscire di casa e a rispolverare quella joie de vivre che è da sempre il grande fascino e il grande attrattore della cité.



PARIGI CELEBRA I SUOI CHEF
Così negli storici e gloriosI saloni dell'Hotel de Ville, sede del Comune che ha visto eventi storici come la proclamazione della Seconda Repubblica, ha invitato giornalisti di tutto il mondo ad assistere alla cerimonia di Paris célèbre ses chefs.


 
Chiamando uno ad uno sul palco tutti gli 84 chef dei ristoranti parigini che hanno meritato quest'anno almeno una stella Michelin (solo Tokyo batte Parigi in questa classifica dei super ristoranti con 95 stelle) li ha premiati e ringraziati e ha affidato al decano di tutti loro il messaggio chiave: intorno alla gastronomia, all'accoglienza, alla tavola, prende corpo la forma più avanzata della nostra civiltà e non solo quella occidentale, ed è una cosa a cui non vogliamo assolutamente rinunciare, per nessun motivo.


La manifestazione si è conclusa con un invito alla stampa e ai visitatori a scoprire alcuni dei tanti segreti gastronomici nascosti nella pancia della città, dagli enormi mercati generali di Rungis dove migliaia di tir scaricano ogni notte le derrate alimentari e i prodotti agricoli per soddisfare il palato di milioni di francesi e di altrettanti turisti, alle cioccolaterie storiche, ai piccoli produttori artigianali di macaron di tutti i gusti e picccole madeleine al pistacchio ai forni che sfornano le baguette più premiate di Parigi, oltre che alle cantine, trattorie privé, maison gastronomique e persino alle vigne nascoste nel cuore di Montmartre. E ovviamente ai ristoranti stellati.



INDIRIZZI GOLOSI
Le ultime saporite novità in termini di gastronomia nella Ville Lumiere secondo il sindaco, Anne Hidalgo: “La gastronomia è Parigi. Essa è il cuore della nostra arte di vivere e il mondo intero ce la invidia. E' la Parigi libera, festaiola, amante della vita e dei piaceri, aperta agli altri e al mondo...”.
 
Christophe Roussel
PasticcIere e cioccolataio con i migliori freschi macaron al pistacchio e alla vaniglia della città.
Rue Tardieu (Montmartre) 5:, Parigi 18°; www.christophe-roussel.fr
 
La Maison Plisson
E' il nuovo food store di qualità, con i prodotti autentici, freschi e artigianali di Francia da acquistare o da consumare nell'annesso ristorante/forno. Di Delphine Plisson.
Al confine del Marais, in boulevard Beaumarchais 93; www.lamaisonplisson.com
 
Café des Abattoirs
Un ristorantino alle spalle di rue de Rivoli e di Saint Honoré, discreto, familiare, azzeccata combinazione di materiali contemporanei e atmosfera e arredi vintage e cucina di tradizione.
10 rue de Gomboust Parigi 1° arr; www.cafedesabattoirs.com
 
Clandé, (vero nome, Clandestino)
Un piccolo ristorante nel cuore del 12° arr. che unisce gusto francese e stile sudamericano, arredi anni Settanta e cucina di ricerca.
8 rue Criozatier, Paris 12° arr; www.clandestino.me
 
Promenade de Sens
Piccole pillole di saper vivere, di etichetta, bon ton e approccio ravvicinato al gusto più chic di Parigi in questa maison privata con corsi pratici dell'arte della tavola e itinerari guidati e personalizzati alla scoperta della Parigi più segreta.
91, rue du Faubourg Saint-Honoré, Paris 8° arr; www.promenadedessens.fr
 
Gilles Marchal
Un grande pasticciere della Lorena che nel cuore di Montmartre sforna nel suo piccolo laboratorio le migliori madeleine di Parigi.
9, rue Ravignan; gillesmarchal.com
 
Le Grenier à Pain
L'arte della panetteria in un forno con le più gettonate baguettes artigianali della città.
38 rue des Abesses; legrenierapain.com
 
A l'Etoile d'or
Denise Acabo, cioccolataia e confettiera di origine piemontese, ottantenne con il sorriso e le trecce di una ragazzina, serve cioccolatini di tutta la Francia in confezioni che hanno attirato appassionati di tutto il mondo.
30 rue P Fontaine.
 
Rungis, International food market
I mercati generali di Francia. Il nuovo ventre di Parigi che ha sostituito le Halles. A mezz'ora dalla città. Si può visitare con tour organizzati alle 4 del mattino. Raccoglie tutto quello che si consuma a Parigi e in gran parte della Francia. Dalle carni ai formaggi, dalla frutta alla verdura ai fiori...
www.rungisinternational.com