Scopri il mondo Touring

Una selezione di oggetti divertenti (e forse inutili) da mettere sotto l'albero del ciclista

Natale e bicicletta: i cinque regali da non perdere

22 Dicembre 2016

Il ciclista è un soggetto contraddittorio, bipede ribelle ed ecologista, chic e un po' retrò, hipster e conservatore, motivato dal bisogno impellente di libertà, competitivo e goliardico, trascinato dalla passione per il suo secondo (o primo e unico?) amore, la bicicletta.

Ma cosa mettergli sotto l’albero? Copertoni esclusi ovviamente. Qui non si tratta solo di scegliere il colore giusto per una sciarpa. La questione è molto più complicata. Una chiave di lettura del Natale a due ruote forse c’è: evitare tutto ciò che è tecnico e a tiro di critica del biker “so tutto io” e affidarsi a una sana e robusta dose di ironia.

Ecco cinque idee per non "bucare" il regalo al ciclista doc. 
 
1. IL TAGLIA PIZZA A FORMA DI BICICLETTA
Si chiama Fixie Pizza Cutter. La rotella casereccia per tagliare a fette la pizza homemade o da asporto diventa così un oggetto di design con cui improvvisare gare di inseguimento a squadre. Non ci sarà la pista di un Velodromo sotto le ruote, ma un cornicione lievitato può bastare a impegnare la serata.
 

 
2. IL SUPPORTO PER LA BICICLETTA A MURO
Un regalo molto nordico, neutro quel che basta per adattarsi ad ambienti di tutte le metrature e a qualsivoglia arredamento, fosse anche la stanza dello studente (di architettura?) fuori sede senza cortile né box, ne cantina a disposizione. Mai più bici a prendere pioggia e polvere sul balcone. Un gesto e la vostra bellezza a due ruote starà li, sospesa, al caldo e con le chiavi del lucchetto a prova di smemorato.
 
 
3. LE CINGHIETTE PORTAOGGETTI
Dedicato agli innamorati della prima e della seconda ora, ai veri chicchettoni, agli intellettuali (veri? Finti? Non importa) in “velò”. Ai morsetti si può appendere una romantico omaggio floreale, ma anche l’ultimo numero del magazine di design o l’edizione patinata del settimanale in lingua straniera. Ovviamente evitate le brutture, tipo la canotta ad asciugare mentre correte verso l’aperitivo del dopo lavoro. Mettete un fiore nei vostri piantoni e fatevi belli sulle strade del mondo.
 
 
4. IL SUPPORTO PER LA FRUTTA (E PER MOLTO ALTRO)
Variazione sul tema chic. Qui entriamo nel sodalizio eterno tra bicicletta e food. Siamo tra i "millennials", quindi niente frutta discount, ma banane bio, carote super bio, cetrioli e sedani a chilometri 0. Un anima greve potrebbe pensare a una bella birra ghiacciata. Scelta troppo pop. Per il pedalatore una spuma vintage, un novello da stappare, un concetrato allo zenzero sono la scelta giusta.
 
 
5. Il PIGNONE DA TAVOLA
Chi non ci ha pensato almeno una volta? Forse l’avete già intravisto in qualche locale hipster dell’east end londinese, ma noi crediamo che l’idea sia arrivata come il vero design dovrebbe essere. Funzione allo stato puro. Quindi il gadget del caso ci sembra essere nato lontano da un brainstorming creativo, ma piuttosto vicino alla ciclofficina di un meccanico che non sapeva dove appoggiare quel maledetto boccale di birra, mentre cambiava l’ennesima camera d'aria. Il gioco è fatto: bicchieri, pinte, ma anche pentole e cocotte arroventate non avranno più la meglio sulle superfici di casa. Viva il pignone. E viva il Natale.