Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • >
  • Ma qual è la canzone dei mondiali? Da qui comincia la sfida Brasile-Colombia. 10 spunti per scoprirli

La gara dei quarti di finale mette di fronte due Paesi vicini, ma molto diversi

Ma qual è la canzone dei mondiali? Da qui comincia la sfida Brasile-Colombia. 10 spunti per scoprirli

di 
Marco Lovisco
4 Luglio 2014
Sono confinanti: hanno in comune l’oro sulla maglia, il verde della foresta Amazzonica e il gusto del caffè, ma Brasile e Colombia, nonostante le apparenze, sono due Paesi molto diversi tra loro. Se in Brasile si parla portoghese, in Colombia si parla spagnolo, se da una parte ci sono mar dei Caraibi e Oceano pacifico, dall’altra c’è l’Oceano Atlantico.
Se l’inno dei mondiali in Sudafrica è stato cantato dalla colombiana Shakira, sul palco quest’anno a cantare “We are one (Ola Ola)”, inno ufficiale, c’era la brasiliana Claudia Leitte, ma questa è un’altra storia.

Brasile-Colombia è uno degli incontri più interessanti di questi quarti di finale dei Mondiali Brasile 2014. Lasciate da parte (per ora) Shakira e Claudia Leitte, abbiamo messo a confronto questi due Paesi su ciò che a noi del Touring interessa di più: cultura, luoghi da visitare, storia, cucina e tradizioni, per fornirvi una breve panoramica.
 

10 SPUNTI (+1) PER PARLARE DI BRASILE E COLOMBIA

1. Il Brasile, con i suoi 8.514.877 chilometri quadrati di estensione, è il Paese più grande del Sud America e quinto al mondo, la capitale è Brasilia. La Colombia è l’unico Paese del Sud America ad affacciarsi sia sull’Oceano Atlantico che sul mar dei Caraibi, la capitale è Bogotà.
 
2. Brasile e Colombia, grazie alla Foresta Amazzonica, possono vantare una grandissima varietà di flora e fauna, tanto da essere inseriti nell’elenco dei 17 Paesi megadiversi nel mondo.
 
3. A questo proposito, se siete in Colombia, vi consigliamo di visitare il Parque National Los Katíos. Se vi trovate in Brasile meritano una visita il  parco nazionale Pantanal Matogrossense (Patrimonio Unesco, considerato l'ecosistema con il maggior numero di specie di flora e fauna del mondo) e le cascate di Iguazú (nell’omonimo Parco Nazionale, tra Argentina e Brasile - foto in gallery).
 
4. Assolutamente da visitare la città di Cartagena de Indias (il suo centro storico è patrimonio dell’Umanità - foto in gallerym, in alto a destra) e il santuario De Las Lajas in Colombia (foto in gallery).
Se siete in Brasile e vi trovate a Rio (foto in gallery, in alto a sinistra), a parte un giro per la famosa spiaggia di Copacabana, vi consigliamo di salire su Pan di Zucchero, colle da cui si gode di una vista mozzafiato sulla città. Da non perdere poi le città di Olinda e di Salvador de Bahia (foto in galler), i loro centri storici sono Patrimonio Unesco.
 
5. In entrambi i Paesi si praticano due sport insoliti, di origine antica. In Colombia ci si cimenta col “tejo”, sport in cui si deve colpire con un disco metallico un bersaglio contenente polvere da sparo. Il Brasile è famoso per la capoeira, un’arte marziale che unisce alla lotta il ritmo e la danza.
 
6. Tra i piatti tipici della Colombia ci sono la “lechona”, un maiale da latte cotto allo spiedo e ripieno di riso e l' “hormiga culona”, una grande formica che viene cucinata fritta. Il piatto tipico del Brasile è la “feijoada",  a base di riso e fagioli neri a cui si aggiunge carne di maiale e di manzo.
 
7. In Brasile si beve la Caipirinhia, cocktail a base di cachaça, lime, zucchero bianco e ghiaccio; in Colombia si beve il rum nella zona dei Caraibi e l’Aguardiente (nome generico spagnolo per le bevande alcoliche) che i colombiani aromatizzano con l’anice.
 
8. I brasiliani ballano la samba, i colombiani preferiscono la salsa.
 
9. A queste nazioni appartengono due importanti scrittori sudamericani: Gabriel Garcia Marquez infatti è nato a Medellin, Paolo Coelho è di Rio de Janeiro.
 
10. Brasile e Colombia hanno trovato due modi diversi di trasformare le emozioni in arte: il colombiano Fernando Botero lo ha fatto con la pittura e la scultura (in gallery un' opera in "Botero Plaza" , a Medellin), il brasiliano Gilberto Gil ha scelto di farlo con la musica.
 
+
 
11. Sembra che la canzone “Dare (La la la)” di Shakira, realizzata per questi mondiali, abbia superato in popolarità l’inno ufficiale, tanto che gli organizzatori le hanno chiesto di cantare alla cerimonia di chiusura. Almeno in questo, Brasile e Colombia sembra abbiano pareggiato.
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
CREDITS FOTO:
Foto “Santuario di Las Lajas”: Martin St-Amant (CC BY-SA 3.0 - http://goo.gl/hFthji)
Foto “Piazza Botero, Medellin”: Gildardo Sánchez (CC BY 2.0 - http://goo.gl/Yrke28)
Altre immagini: thinkstockphotos.it