Scopri il mondo Touring

Fotografia, arte e scrittura creativa nelle terre dei Malaspina

L'Oltrepò pavese terra creativa. Tre laboratori da non perdere

di 
Barbara Gallucci
8 Luglio 2013

Cultura e promozione del territorio. Due concetti astratti che possono diventare estremamente concreti con l'idea giusta. La Fondazione Gal Oltrepò di Varzi, nel pavese, l'ha avuta organizzando una serie di laboratori con grandi maestri di discipline artistiche diverse per raccontare insieme l'Oltrepò e trasportarlo sul web con una mappa interattiva. Il progetto si chiama Nelle terre dei Malaspina e il primo appuntamento è sabato 6 luglio con Stefano Faravelli, pittore e massimo esponente dell'arte del carnet de voyage, unione perfetta di scrittura e disegno. Il suo laboratorio ha per tema Eremiti e pellegrini e si svolge a Sant'Aberto di Butrio, Ponte Nizza.



Seconda tappa a Varzi il 27 luglio con il fotoreporter Alessandro Gandolfi che insegnerà i trucchi del mestiere per guardare e fotografare il mondo. Il 31 agosto sarà la volta del musicista, scrittore e performer David Riondino che, presso il Castello di Stefanago, tenterà un coinvolgimento del pubblico di testa e di cuore attraverso poesie e musica. Il progetto di viaggio e scoperta continua anche dopo l'estate. Il 28 settembre, infatti, a Nazzano l'attore e scrittore Giuseppe Cederna porterà il pubblico in mezzo alla natura per risalire fino alla sorgente dello Staffora. Un laboratorio di scrittura creativa decisamente originale.



Il territorio diventa così protagonista aprendosi a chiunque sia alla ricerca di un viaggio diverso, unico. Da non perdere anche le iniziative correlate come i workshop sull'arte della miniatura, sulla musica medievale, letture animate per tutta la famiglia e altri momenti conviviali.



Tutti i laboratori con i maestri vanno prenotati e durano 4 ore. Il costo è di 20 euro a persona (per iscrizioni tel. 0383.540637).