Scopri il mondo Touring

In vacanza a costo zero, o quasi

L’Italia è più bella se gratis

di 
Barbara Gallucci
12 Agosto 2011

Ridiventare bambini al museo del cavallo giocattolo di Grandate, in provincia di Como, mangiare il pesce fritto a Camogli (Ge), andare all’estero, al Principato di Seborga (Im), rimanendo in Italia, ammirare l’unica scultura del Mantegna finora ritrovata a Irsina (Mt), persino passeggiare tra le dune del Sahara nostrano a Piscinas, nel Medio Campidano. Queste sono solo alcune delle idee che Isa Grassano, giornalista e scrittrice, propone nel curioso e particolare volume 101 Cose divertenti, insolite e curiose da fare gratis in Italia almeno una volta nella vita. L’autrice, grande conoscitrice dell’intero territorio nazionale, dedica molto spazio alle curiosità legate al mezzogiorno svelando luoghi quasi segreti.


 


Lucana di nascita, infatti, da anni promuove una parte del Belpaese che pochi conoscono aldilà delle spiagge e del mare. Eppure i calanchi del materano, la festa di S. Nicola a Bari, i fondali incontaminati di Vieste, i capperi in fiore dell’isola di Salina, le opere all’aperto di Dalì, de Chirico e Rotella installate a Cosenza, sono tra le peculiarità che l’Italia ha, e delle quali dovrebbe farsene un vanto, ma che pochi conoscono veramente. Non solo luoghi, quindi, ma anche esperienze appassionanti che si possono vivere a costo zero ribaltando completamente l’idea che se non paghi non puoi avere nulla. Per fortuna l’Italia è generosa e regala a tutti qualcosa di unico per vacanze davvero indimenticabili.

 


 


101 Cose divertenti, insolite e curiose da fare gratis in Italia almeno una volta nella vita

Isa Grassano

Newton Compton Editori, 288 pagine, 9,90 euro