Scopri il mondo Touring

Google Maps ha completato la mappatura Street View di Marum, il più grande cratere lavico del mondo, nelle isole Vanuatu

Le spettacolari foto di Google in un vulcano dell'Oceania

21 Marzo 2017

Niente e nessuno sembra riuscire a fermarli. Dopo città, isole, parchi nazionali e luoghi più o meno insoliti (come l'installazione di Christo sul lago di Iseo), il team di Google Maps è sceso in un vulcano e ha completato la mappatura Street View di Marum, il più grande cratere lavico del mondo. Marum si trova sull'isola di Ambrym, nell'arcipelago delle Vanuatu, situato a 1750 chilometri est dell'Australia nel Pacifico meridionale. Un luogo remoto, dove pochi turisti hanno messo piede. Che oggi sarà un po' meno remoto grazie al team di Google. 
 
 
Grazie a Street View di Google Maps, gli utenti da ogni parte del mondo potranno dunque immergersi in profondità (400 metri) nel cratere, uno dei nove attivi dell'arcipelago. Vanuatu - Repubblica indipendente dal 1980 - è formato da 80 isole vulcaniche ricoperte da una giungla lussureggiante. A causa dell'intensa attività vulcanica, sono frequenti i terremoti, l'ultimo dei quali nell'ottobre del 2015.
 

 
Il lago di lava ripreso da Google - grazie al contributo della compagnia specializzata Ultimate Volcano Expeditions - è ampio come due campi di calcio. Il capo del villaggio di Endu, alle pendici del vulcano, ha spiegato al team di Google: "Crediamo che i vulcani Marum e Benbow siano diavoli. Se scali un vulcano, devi stare molto attento perché i due vulcani possono arrabbiarsi in ogni momento. Secondo la nostra tradizione, Benbow è il marito e Marum e la moglie: le loro discussioni si manifestano con le eruzioni". 

 
L'arcipelago è stato colpito dal ciclone Pam, qualche anno fa, e da allora sta ricostruendo le sue infrastrutture. Ora la situazione pare essersi ristabilita, tanto che il capo di Endu ha invitato a tornare a Vanuatu, a sperimentare la sua incredibile bellezza remota e a imparare le tradizioni culturali. "Rendere Vanuatu più accessiblle al mondo è un passo importante per stabilire un'economia sostenibile e preservare la nostra cultura".