Scopri il mondo Touring

Moda, scultura e contemporaneità: ce n'é per tutti i gusti

Le mostre da non perdere a Milano a luglio e agosto

di 
Barbara Gallucci
30 Giugno 2017
 
 
Non sapete orientarvi tra le innumerevoli proposte culturali di Milano e dintorni?
 
Ecco i nostri suggerimenti per il mese in corso, tutte grandi mostre, spesso scontate per i soci Tci. Trovate anche altri suggerimenti nella nostra sezione eventi (dove potete cercare gli eventi, in tutta Italia, selezionando la località che vi interessa e il periodo).
 
L'ordine in cui ve le proponiamo è cronologico, dalla prima a chiudere fino a quelle che, aprendo nel corso del mese, proseguono anche nelle settimane successive.
 

1. Vasilj Kandinskij - Il Cavaliere Errante
Mudec - Museo delle culture (via Tortona 56), fino al 9 luglio 2017
Per chi: vede il viaggio come una avventura   
 
Il Mudec rende omaggio all'artista russo Vasilj Kandinskij, da sempre amato dal grande pubblico, con un'inedita mostra "site-specific", cioè concepita proprio per il polo museale di via Tortona. La mostra accosta sue opere provenienti dai più importanti musei russi, alcune mai viste prima in Italia, a esempi della cultura popolare, cui si ispirò. Da notare l'impiego di vari strumenti multimediali: il visitatore potrà "entrare" nei suoi dipinti astratti e percorrerli, in un vero e proprio viaggio nell'arte. 

 
2. LOVE. L’arte contemporanea incontra l’amore
Museo della Permanente (via Turati 34), fino al 23 luglio 2017
Per chi: vuole acculturare il fidanzato/a 
 
Ha avuto un grande successo al Chiostro del Bramante di Roma e ora arriva a Milano: è la mostra LOVE. L’arte contemporanea incontra l’amore. Molti gli artisti famosi delle 39 opere esposte, tra cui Andy Warhol e Francesco Vezzoli. Tra i capolavori diventati icone spicca Love di Robert Indiana, il famoso quadrato di lettere che dagli anni ’60 risiede nell’immaginario collettivo. 

Ingresso ridotto per i soci Tci.

 
 
3. La terra inquieta
La Triennale, fino al 20 agosto 2017
Per chi: vuole capire meglio il mondo di oggi 
 
Sono più di sessanta gli artisti coinvolti dal curatore Massimiliano Gioni per questa mostra che è un romanzo corale di moltitudini spesso lasciate senza parole. Proprio gli artisti riconquistano il ruolo di testimoni e narattori degli eventi storici e l'arte si trasforma in reportage attraverso video, foto, sculture, installazioni e performance. La visita è un viaggio emozionale che non lascia indifferenti (nella foto Il nuovo Quarto Stato dell'artista cinese Liu Xiadong). 

Ingresso ridotto per i soci Tci.

 
4. Africa. Raccontare un mondo
Pac (via Palestro 14), fino all'11 settembre 2017
Per chi: vuole scoprire un continente
 
L'esplorazione dell'arte contemporanea africana è una vera scoperta. Per questo evento sono stati scelti 33 artisti di diverse generazioni che raccontano, attraverso le loro opere, decenni diversi, Paesi diversi e storie diverse, ma con elementi comuni. Sono quattro le sezioni del percorso espositivo: dagli artisti protagonisti del dopo l'indipendenza a quelli impegnati, dalla generazione Africa immersa nel contemporaneo alle donne che indagano la realtà attraverso il corpo e le politiche della distanza.

Ingresso ridotto per i soci Tci.
 
 
5. New York New York. Arte italiana: la riscoperta dell'America
Museo del Novecento e Gallerie d'Italia, fino al 17 settembre 2017
Per chi: sogna la Grande Mela 
 
Il primo fu il futurista Fortunato Depero che, nel 1928, arriva per la prima volta a New York e ci resta per due anni rimanendo impressionato dalla sua potenza e bellezza. Poi ne arrivarono molti altri che, dell'immaginario americano decisero di dare la loro versione artistica: Consagra, De Chirico, Fontana, Isgrò, Nivola, Pomodoro, Rotella, Mulas (nella foto sotto). Nel percorso espositivo in due sedi si percepisce tutta l'energia assorbita dai grandi maestri dell'arte italiana da New York e dagli Usa in generale. Un viaggio in un'icona che rimane mitica. 
 
Ingresso ridotto per i soci Tci.
 
 
6. Tv70. Francesco Vezzoli guarda la Rai
Fondazione Prada, fino al 24 settembre 2017
Per chi: è cresciuto negli anni Settanta
 
L'artista bresciano Francesco Vezzoli ha deciso di guardare migliaia di ore di filmati delle teche Rai degli anni Settanta. Il decennio della sua nascita, ma anche il decennio di grandi avvenimento storici nonché il momento più luminoso della televisione pubblica italiana. Nel percorso espositivo si alternano opere di artisti dell'epoca a video e filmati Rai che raccontano quanto la tv fosse in grado di fornire cultura, informazione, divertimento e provocazione. 
 
 
7. LR100. Rinascente – Stories of innovation
Palazzo Reale, fino al 24 settembre 2017
Per chi: è modaiolo
 
Cent'anni fa Gabriele D'Annunzio ideava il nome del celebre grande magazzino milanese. Iniziava così la storia della Rinascente, un simbolo della città, che ha indicato e segnato mode, stili e ambizioni di Milano. Il percorso espositivo racconta tutto questo attraverso foto, poster, giornali diventando così anche un racconto sulla metropoli lombarda e l'energia che da sempre la caratterizza.

Ingresso ridotto per i soci Tci.
 
 
8. 80 mq di silenzio. Domenico Fazzari
Studio museo Francesco Messina, fino al 1° ottobre
Per chi: vuole rimanere a bocca aperta
 
Lo Studio museo Francesco Messina, una delle tante sedi milanesi dove operano i Volontati Touring di Aperti per voi, è collocato nella ex Chiesa di San Sisto, bombardata durante la seconda guerra mondiale e trasformata in spazio espositivo delle opere di Messina, appunto. In questo peculiare contesto si inserisce perfettamente l'enorme scenografia dipinta da Domenico Fazzari che rappresenta l'abside della chiesa di San Salvatore ad Africo, in Aspromonte, la sola architettura significativa sopravvissuta all'alluvio del 1951 e da allora abbandonata. L'artista conduce a una riflessione sulle rovine, sulla storia. Una riflessione silenziosa ma carica di significati.
 
Ingresso gratuito.
 
 
9. From source to poem to rhythm to reader, Rosa Barba
Hangar Bicocca, fino all'8 ottobre 2017
Per chi: è cerca la poesia nelle immagini
 
L'artista siciliana trapiantata a Berlino è protagonista della mostra nello spazio Shed dell'Hangar e i suoi film sembrano dialogare perfettamente con lo spazio circostante. I film proiettati sono ancora inediti in Italia e hanno soggetti completamente diversi tra loro in apparenza, ma in realtà seguono un unico filo conduttore l'atemporalità. Da un'indagine sul paesaggio del Vesuvio alle riprese dell'archivio multimediale più grande al mondo che si trova in Virginia (nella foto sotto), fino alle immagini dello studio del grande Alexander Calder. I lavori di Rosa Barba sono un viaggio perenne.
 
Ingresso gratuito.
 
 
10. 100 anni di scultura a Milano 1815-1915
Galleria d'arte Moderna (via Palestro 16), fino al 3 dicembre
Per chi: preferisce le forme sinuose
 
Una selezione della straordinaria collezione del museo, sapientemente restaurata, documenta, dal tardo Neoclassicismo all'inizio del Novecento, un secolo di vita milanese attraverso le sculture di maestri come Barzaghi, Grandi, Vela, Medardo Rosso e Wildt. Un percorso espositivo di 92 opere valorizzate dal contesto unico nel quale sono esposte.  
 
Ingresso ridotto per i soci Tci.
 
 
MONDO TOURING
- Scopri i nostri consigli su dove dormire e dove mangiareMilano!
- Tutte le informazioni su Milano nella nostra Guida Verde dedicata, da comprare online a prezzi scontati!
 
Vuoi dormire a Milano? Ecco le strutture che abbiamo selezionato per te, nel centro storico e negli immediati dintorni.
122317
121750
104479