Scopri il mondo Touring

Dalla Francia alla Thailandia, capolavori d'arte antica e moderna

Le dieci vetrate più spettacolari del mondo

25 Novembre 2016
 
I vetri colorati hanno sempre affascinato il genere umano. Dal gotico al liberty fino all'arte contemporanea, in tutto il mondo l'utilizzo della vetrata nell'architettura religiosa e civile non ha mai subito battute d'arresto: gli esempi spettacolari sono tantissimi, in tutti e cinque i continenti. Abbiamo selezionato in questa pagina alcuni dei casi più eclatanti e sorprendenti, monumenti così incredibili da meritare il viaggio. Ma sappiamo che ne esistono molti altri: indicate i vostri preferiti nei commenti in fondo all'articolo! 
 
CATTEDRALE DI BRASILIA, BRASILE
Pilastri di cemento armato che si elevano verso il cielo e tantissimo vetro colorato: così l'architetto Oscar Niemeyer immaginò la cattedrale di Brasilia, capitale del Brasile. Dagli schizzi nacque una struttura enorme (70 metri di circonferenza), terminata nel 1960 e inaugurata nel 1970 con la sua immensa copertura vitrea, disegnata dall'artista franco brasiliana Marianne Peretti
 

SAINTE-CHAPELLE, PARIGI, FRANCIA
Capolavoro dell'architettura gotica, la Sainte-Chapelle è uno dei monumenti imperdibili di Parigi. Terminata nel 1248, venne costruita per volere di Luigi IX per custodirvi la Corona di spine, un frammento della Vera Croce e diverse altre reliquie della Passione: ancora oggi la sua struttura e soprattutto le vetrate della cappella superiore, per il 70% ancora originali, fanno rimanere a bocca aperta i visitatori.
 

YORK MINSTER, YORK, GRAN BRETAGNA
Anche in Gran Bretagna, così come in Francia e in Germania, l'arte gotica ha lasciato veri e propri capolavori. Ne è un esempio la Cattedrale di York, nell'Inghilterra settentrionale, chiamata York Minster, una delle più grandi d'Europa (lunghezza 160 metri circa, altezza della navata 30 metri). L'edificio è tappezzato di vetrate bellissime, spesso risalenti al XII secolo; la "Great East Window", alta 23 metri e creata da John Thornton nel XV secolo, è ritenuta la più grande vetrata del medioevo. 


NASIR AL-MULK MOSQUE, SHIRAZ, IRAN 
La moschea Nasir Al-Mulk, meglio nota come la "moschea rosa", è una delle tappe irrinunciabili di un viaggio in Iran. Non tanto per l'antichità della struttura o delle vetrate, quanto per la suggestione che provoca il sole nel filtrare attraverso i vetri colorati che la decorano. Meglio dunque andarci di primo mattino: sembra di essere in un immenso caleidoscopio


DUOMO DI MILANO, ITALIA
Lo sappiamo: esistono centinaia di vetrate italiane che meriterebbero di essere citate in questa galleria di immagini. Da Siena a Roma, il nostro Paese si è sempre distinto per l'arte vetraria. Qui abbiamo scelto di includere il Duomo di Milano perché passa spesso in secondo piano rispetto a tante altre cattedrali. E invece le sue vetrate, soprattutto quelle dell'abside, sono un capolavoro di raffinatezza e di stile. Qualche anno fa, la Diocesi aveva deciso di illuminarle dall'interno: lo spettacolo per chi passava di fianco al Duomo, soprattutto nelle buie sere invernali, era garantito. La speranza è che si riesca a farlo diventare un progetto continuativo.


GIARDINI BOTANICI COSMOVITRAL, TOLUCA, MESSICO
In pochi avranno sentito parlare di questi giardini botanici, che ospitano oltre 500 specie di piante nella città messicana di Toluca. Eppure sono un capolavoro dell'Art Nouveau (o liberty, che dir si voglia): costruiti nel 1909-1910, sono stati per lungo tempo un mercato prima di essere destinati a giardino botanico. Il progetto si deve all'artista locale Leopoldo Flores, che immaginò anche quello che oggi è diventato uno dei simboli del Messico: l'uomo-sole della grande vetrata che vedete nella foto sotto. 
 

NETHERLANDS INSTITUTE FOR SOUND AND VISION, HILVERSUM, PAESI BASSI
Si chiama Neutelings Riedijk Architects (NRA) il gruppo di giovani architetti che ha recentemente completato il bellissimo Netherlands Institute for Sound and Vision. Un cubo perfetto, metà del quale seppellito sotto il suolo, che fuge da centro culturale della città di Hilversum, nei Paesi Bassi. E che soprattutto è ricoperto di vetrate colorate, concepite in collaborazione con l'artista Jaap Drupsteen. Ogni pannello di vetro è stampato con immagini famose della televisione olandese e si può "decifrare" soltanto da un certo angolo. 


PALAU DE LA MÚSICA CATALANA, BARCELLONA, SPAGNA
Guardate questo teatro: non vi viene voglia di andarlo a visitare? E' uno dei monumenti più sorprendenti, barocchi e sovraccarichi di Barcellona, in Spagna: si chiama Palau de la Música catalana e, come intuirete, è dedicato alla musica della Catalogna. Costruito tra il 1905 e il 1908, presenta un soffittoo di vetro colorato, giallo e azzurro a richiamare il sole e il cielo.


GROSSMÜNSTER, ZURIGO, SVIZZERA 
Una vetrata moderna, quella della foto sottostante, contenuta nell'antico Duomo di Zurigo, in Svizzera: nel 2009 la Grossmünster ha infatti arricchito i suoi tesori con 12 nuove vetrate commissionate all'artista Sigmar Polke, che ha deciso di disegnare per la metà occidentale della chiesa sette finestre davvero inusuali. Guardate bene l'immagine: capirete subito che il vetro è stato soffiato intorno a sottili sezioni di agata, poi colorate artificialmente. Ll'effetto, secondo noi, è davvero sorprendente. 


ERAWAN MUSEUM, BANGKOK, THAILANDIA
Concludiamo la nostra carrellata con un altro capolavoro poco conosciuto, il museo Erawan nei pressi di Bangkok, in Thailandia, che ospita una ricca collezione privata. Sul tetto è collocato un gigantesco elefante a tre teste, mentre l'interno è strutturato su tre piani (il terzo è nella pancia dell'elefante!), a simboleggiare la rappresentazione indù dell'universo. Bellissima e coloratissima la vetrata sommitale.