Scopri il mondo Touring

Arriva Smart Patrol Bike, la due ruote per combattere i pirati della strada

La bicicletta di Superman è tra noi

di 
Renato Scialpi
21 Aprile 2016

Se non fosse stata presentata alla recente fiera Intertraffic di Amsterdam si potrebbe pensare che sia uscita dalla fantasia dei disegnatori di Dc Comics che hanno creato Superman. Sotto l'apparenza di una city bike a pedalata assistita, infatti, la Smart Patrol Bike messa a punto dalla Ekin Technology di Istanbul nasconde un concentrato di alte tecnologie per tenere sotto controllo il traffico da parte delle forze dell'ordine. Sia in divisa, con le insegne della polizia ben in vista e un agente riconoscibile, sia in borghese per controlli discreti o, addirittura, pedinamenti.
 

A CACCIA DI PIRATI
Quali sono gli accorgimenti più rilevanti? Occultato in quelli che sembrano un portapacchi sotto il sellino e una staffa per il computer sul manubrio, la Smart Patrol Bike porta con sé un sistema di videosorveglianza a 360 gradi con microcamere ad alta risoluzione e velocità di ripresa, ovviamente georeferenziate dal gps integrato. 

Le microcamere trasformano la bicicletta in una sorta di drone a due ruote, così da poter registrare e poi contestare, con verbale completo di video allegato, i comportamenti pericolosi degli automobilisti, dal superamento dei limiti di velocità (il sistema è in grado di monitorare contemporaneamente fino a quattro corsie), il passaggio col rosso, oltre all'ovvia invasione delle corsie riservate alle biciclette.
 

C'È ROBOCOP TRA NOI
L'elenco delle funzioni disponibili per l'agente di polizia che pattuglia in sella alla Smart Patrol Bike è impressionante: detto che la centrale resta sempre in contatto in diretta con le telecamere della bici tramite la rete 4G, il sistema controlla la velocità dei veicoli circostanti e il rispetto delle corsie dei semafori rossi, verbalizzando in automatico le infrazioni come un autovelox.

Inoltre la Smart Patrol Bike legge le targhe dei mezzi che precedono e seguono (anche in sosta e in condizioni di scarsa visibilità) e avverte l'agente se ci sono irregolarità amministrative; verifica poi automaticamente se i mezzi identificati sono presenti in black list e nel caso di mezzi rubati o implicati in reati gravi provvede ad allertare in diretta la centrale.

Robocop farebbe fatica a reggere il confronto!