Scopri il mondo Touring

Dal 20 settembre a Caprera il primo corso full immersion della nuova disciplina sportiva

Kayak inshore, la nautica ecosostenibile

di 
Renato Scialpi
1 Agosto 2014

“Il kayak in mare è la nuova frontiera della nautica sostenibile sia che lo si scelga per la navigazione indipendente sia che lo si utilizzi come attrezzo sportivo a bordo di unità da diporto più grandi”. Parola di Guido Grugnola, istruttore della scuola nazionale e atleta che ha al suo attivo la circumnavigazione in kayak dell'Italia, della Sicilia e della Sardegna: 3200 miglia di pagaia, in solitario e senza assistenza. Grugnola e Tuilik sono i promotori di un corso di kayak inshore a Caprera.

Dal 20 al 27 di settembre, infatti, Tuilik terrà il primo corso full immersion di una settimana di kayak inshore presso il Centro Velico Caprera. Un'iniziativa innovativa, in collaborazione con il Cvc, ha il patrocinio della Lega Navale Italiana, del Touring Club Italiano, della Fick-Federazione italiana canoa e kayak, della Fict-Federazione italiana canoa turistica, di Sottocosta (la Scuola nazionale di kayak in mare) e della Uisp (Unione italiana sport per tutti),.
 
Il corso è aperto anche ai principianti ed è basato su lezioni teoriche, esercitazioni pratiche ed esplorazioni lungo il litorale dell’area marina del Parco nazionale dell'arcipelago di La Maddalena. A svolgerlo sono, insieme a Guido Grugnola, istruttori, guide marine e maestri di canoa di Fick, Sottocosta e UISP e avrà luogo nella baia di Porto Palma. I kayak, le pagaie, i salvagenti, le giacche d’acqua, le dotazioni di bordo, i materiali per la sicurezza e il programma didattico saranno messi a disposizione da Tuilik mentre gli alloggi e gli approvvigionamenti saranno garantiti dal Cvc.

Info: qui.