Scopri il mondo Touring

1954-2014 Il ricordo di una grande impresa italiana / 4

K2: una montagna tutta tricolore

di 
Piero Carlesi
31 Luglio 2014

Prima puntata: K2, sessant'anni fa la cima

Seconda puntata: K2, le foto storiche del Tci

Terza puntata: K2 sessant'anni fa, i protagonisti

 
Cade oggi, 31 luglio l'anniversario della prima scalata del K2, 8611 m, effettuata nel 1954 dalla spedizione del Cai guidata da Ardito Desio, ma gli occhi degli italiani su quella montagna si posarono molti decenni prima e il successo del 1954 ha radici lontane. Vediamole, dopo aver precisato che la fiction dell'impresa trasmessa dalla Rai la scorsa primavera “K2 la montagna degli italiani”, con Giuseppe Cederna nel ruolo di Desio, non è stata per niente aderente alla realtà e ha guadagnato critiche da tutto il mondo alpinistico.
 
1909 e 1929
Infatti nel 1909 la spedizione di Luigi Amedeo Duca degli Abruzzi con il celebre fotografo biellese Vittorio Sella, “rischiò” già allora di conquistare la montagna lungo uno sperone che poi fu battezzato Sperone Abruzzi (il Touring Club Italiano pubblicò agli inizi degli anni Ottanta il volume fotografico “Dal Caucaso al Himalaya” con le fotografie scattate da Sella nel corso delle sue favolose spedizioni: una raccolta eccezionale).
Nel 1929, poi, una nuova spedizione italiana guidata dal Duca di Spoleto si recò sul Baltoro con obiettivo il K2; non raggiunse la vetta, ma fu un'esperienza fondamentale per il giovanissimo Ardito Desio che vi partecipò come geologo.
 
Altre salite
Dopo la conquista italiana del 1954 passarono 23 anni prima che un'altra spedizione riuscisse a raggiungere la cima. Altri alpinisti italiani hanno calcato la vetta, tra cui Agostino Da Polenza dal versante nord nel 1983. Invece dobbiamo ricordare l'annata tragica del 1986, anno in cui scomparvero 13 alpinisti, tra cui l'americana Julie Tullis, compagna del mitico alpinista austriaco Kurt Diemberger, e Renato Casarotto, uno dei più forti scalatori italiani dell'epoca che stava tentando di salire la montagna lungo lo sperone sud-ovest, la cosiddetta Magic Line, ideata da Reinhold Messner nel 1979. Casarotto scomparve cadendo in un crepaccio. Un'altra annata tragica del K2 fu il 2008, quando morirono sulla montagna 11 alpinisti: un recentissimo film dal titolo "The summit" del regista irlandese Nick Ryan racconta quei tragici giorni con la testimonianza anche di Marco Confortola che ne fu protagonista.
 
Oggi, 2014
La spedizione italo-pakistana denominata “K2 60 anni dopo”, composta da 10 alpinisti, guidata da Muhammad Taqi, con Michele Cucchi e Simone Origone e coordinata da un team tecnico-scientifico con Agostino Da Polenza (primo salitore del K2 nel 1983 dal versante nord) e Daniele Nardi, intanto ha raggiunto la vetta. Diversi pakistani, ma anche l'italiano Michele Cucchi in cima, giusto per festeggiare l'anniversario.
 
 
Nella gallery fotografica:
Il K2 in una foto di Vittorio Sella
Il K2 e il ghiacciaio del Baltoro in una foto di Vittorio Sella
K2 60 anni dopo: in vetta nel 2014 (foto da EvK2Cnr)
Walter Bonatti al Campo basedel K2 nel 1954
Desio interpretato da Cederna nella fiction trasmessa dalla Rai e molto contestata
Agostino Da Polenza al Campo Base del K2 giorni fa (luglio 2014)