Scopri il mondo Touring

Dal 1866 a oggi, la storia di un legame non solo economico. Ecco gli eventi in programma

Italia-Giappone: un'amicizia lunga 150 anni

di 
Barbara Gallucci
24 Febbraio 2016
Questa è una delle notizie pubblicate sul Giappone. Ecco l'elenco completo:
 
- Gli eventi del 2016 dedicati alle celebrazioni del Trattato di commercio e amicizia tra Italia e Giappone 
- Dove trovare il Giappone in Italia: cinque musei da non perdere
- Dieci cose da fare in Giappone
- La cartoville Tokyo, perfetta per chi sta per partire
- Piatti giapponesi: che cos'è il ramen e dove mangiarlo
- Arte giapponese: a Milano, le opere pop di Murakami


 
La passione degli italiani per il Giappone la dimostrano due semplici dati del 2015: prima di tutto le file, quelle lunghissime file di ore per visitare il padiglione del Sol Levante a Expo. Fin dal primo giorno la struttura in legno si è dimostrata un magnete per italiani e stranieri certi di trovare, all'interno, un po' di quel sapore e della suggestione nipponica mista alla tecnologia che, in effetti, di certo non mancava. Secondo dato evidente il superamento dei centomila turisti italiani in Giappone. Un trend in continua crescita anche grazie a tariffe per volare più economiche per raggiungere Tokyo, ma soprattutto per una vera e propria mania ispirata da fumetti, cinema, moda, cibo e semplicemente suggestione estetica. Ma tra Italia e Giappone i legami nascono da molto lontano, dal 25 agosto 1866, o anche dal sedicesimo giorno del settimo mese del secondo anno dell'era Kejo, secondo quanto scritto nell'antico calendario giapponese.
 
 
LA VIA DELLA SETA
Immaginare l'incontro del commissario per gli affari esteri e Signore della provincia di Hyuga, Shibata Takenaka, del Signore della provincia di Kai, Asahina Masahiro, e dell'ispettore Ushigome Chuzaemon con il capitano di fregata Vittorio Arminjion a bordo della pirocervetta militare Magenta è un esercizio di fantasia non indifferente, ma sta di fatto che si intesero e stipularono il Trattato di amicizia e di commercio partendo dal commercio della seta.

In quegli anni, infatti, la sericoltura in Italia soffriva di una fastidiosa e pericolosa infezione fondamentale quindi comprare i bachi altrove e il Giappone era il posto giusto. Da allora i rapporti sono sempre stati improntati a un'innegabile alleanza (a volte anche nei momenti sbagliati della storia come durante la seconda guerra mondiale), confermata fino a oggi con costanti rapporti commerciali e scambi di viaggiatori (ogni anno sono circa mezzo milione i visitatori giapponesi in Italia).
 
 
FESTEGGIAMENTI E CELEBRAZIONI
Per questo, per tutto il 2016 e in tutta Italia, sono previsti decine di eventi dedicati alla cultura e alle tradizioni giapponesi. A partire dallo spettacolo del 5 marzo all'Istituto Giapponese di cultura a Roma dedicato al Bunraku, un'arte performativa con maschere e burattini che interpretano storie leggendarie e passionali. A maggio poi (data in via di definizione) protagonista di un'installazione luminosa realizzata dalle artiste Motoko Ishii e Akari Lisa Ishii sarà il Colosseo sul quale saranno proiettati sorprendenti ricami di luce.

Molto attese anche le mostre previste in questo lungo 2016 sotto il segno del Sol Levante. Dal 29 luglio al 4 settembre alle Scuderie del Quirinale sono esposti i capolavori della scultura buddhista giapponese di ogni epoca, mentre da settembre a gennaio 2017 Palazzo Reale a Milano ospiterà una retrospettiva dedicata ai maestri dell'Ukiyo-e, la stampa artistica su carta impressa con matrici di legno e fiorita nel periodo Edo tra il XVII e il XX i cui tre maestri indiscussi sono Hokusai, Hiroshige e Utamaro. Paesaggi naturali, marini, ma anche ritratti e vedute che raccontano il Paese con elegante poesia e che sono entrati nell'immaginario collettivo mondiale.

Le celebrazioni per i 150 anni del Trattato di amicizia sono l'occasione anche per assistere a una rappresentazione del celebre teatro Nō, nato nel XIV secolo che fonde movimenti stilizzati e minimali con maschere e vestiti importanti e coloratissimi. Il tour prevede tappe al teatro Argentina di Roma (14 settembre), al teatro della Pergola a Firenze (16 settembre), al teatro Goldoni di Venezia (18 settembre) e al teatro Olimpico di Vicenza (20 settembre).
 
 
Per informazioni su tutti gli eventi in programma basta consultare il sito dell'ambasciata giapponese in Italia: www.it.emb-japan.go.jp/150/it/2016.html.