Scopri il mondo Touring

La nuova area alpina tutelata sulle Alpi Cozie

In Piemonte nasce il parco del Monviso

di 
Piero Carlesi
11 Gennaio 2016

Il Monviso, alto 3842 è la cima più alta delle Alpi Cozie. Ben visibile dalla Pianura padana, fin da Milano e anche oltre, grazie alla sua forma piramidale, oggi è anche il punto di riferimento di un nuovo parco naturale e riserva della Biosfera; infatti dal 1° gennaio 2016 esiste non solo sulla carta il Parco naturale del Monviso, istituito lo scorso luglio dalla giunta della Regione Piemonte con la l.r. n. 15/2015.

Il parco unifica i territori dell’ex Parco del Po Cuneese, il Bosco dell’Alevè in valle Varaita e l’Oasi di Prà-Barant in valle Pellice.
 

COSA VEDERE NEL PARCO
Il parco insiste su 20 comuni della provincia di Cuneo tra cui Cavour, Barge, Saluzzo, Revello, Envie Sanfront, Paesana, Ostana e Crissolo.
 
Vanta cinque centri di visita a Revello (con Museo naturalistico), Casteldelfino (sul bosco dell'Alevé), Martiniana Po (sui piropi, cristalli rarissimi presenti in soltanto pochi siti noti al mondo), Faule (con un centro didattico) e al Pian del Re, presso l'ex casermetta, aperto solo d'estate.
All'interno del parco di grande rilevanza turistica sono la Riserva naturale delle sorgenti del Po al Pian del Re (2020 m) e l'abbazia medievale di Staffarda, nel comune di Revello, uno dei grandi monumenti medievali piemontesi.
 
La sede del parco è a Saluzzo (Cn), in via Griselda, tel. 0175.46505, www.parcodelpocn.it.