Scopri il mondo Touring

I nostri consigli a 4 zampe per l'estate appena iniziata

In auto con il cane senza stress: le regole da seguire

di 
Barbara Gallucci
23 Giugno 2014
È finalmente arrivato il momento per organizzare o partire per le vacanze. Siano esse lunghe o brevi non devono escludere i componenti a 4 zampe della famiglia. Il problema è che, a volte, cani e gatti soffrono il viaggio in auto che per loro diventa quasi una tortura. Il mal d'auto o cinetosi è un disturbo che pare colpisca il venti per cento di cani e si estende anche al disagio in aereo, treno o nave. Un bel problema, che però non deve scoraggiare i proprietari: le soluzioni non mancano.
 
Il vademecum per il viaggio
Innanzi tutto i segnali: agitazione, affanno, salivazione eccessiva, eruttazione e infine vomito dei cani sono gli elementi che, mentre si è in auto, indicano un evidente disagio. Con pochi gesti, tuttavia, qualcosa può migliorare. Ecco nove consigli più uno per risolvere o attenuare il problema:
 
  1. 1. Aprire parzialmente il finestrino durante il viaggio per far circolare aria fresca.
  2. 2. Guidare dolcemente senza accelerazioni o frenate improvvise.
  3. 3. Assicurarsi che la temperatura nell'auto non sia né troppo calda né troppo fredda perché i cani non riescono a cambiare la loro temperatura rapidamente.
  4. 4. Fare soste regolari per far bere il cane e fargli sgranchire le zampe.
  5. 5. Abituare il cane inizialmente con brevi tragitti e via via aumentare il chilometraggio.
  6. 6. Se il cane associa il viaggio a un'attività piacevole, una bella passeggiata una volta giunti a destinazione per esempio, il livello di ansia e paura si abbassa.
  7. 7. Fondamentale è che i primi viaggi da cuccioli siano esperienze piacevoli e rilassanti. Se ne ricorderanno.
  8. 8. Portare in auto un gioco e la sua coperta del cane per rendere l'ambiente più familiare.
  9. 9. Questo è difficile: gratificare con carezze e parole dolci il cane solo se durante il viaggio rimane tranquillo. Ignorarlo se invece si agita, abbaia o piagnucola.
 
Fin qui le attività che possiamo fare noi per agevolare l'esperienza, ma se proprio non c'è nessun modo per tranquillizzare il vostro amico a quattro zampe, ecco il decimo consiglio:
 
  1. 10. Portare dal veterinario il vostro amico, cane o gatto che sia. Lui saprà darvi il rimedio più adeguato, più efficace e meno invasivo per non farvi perdere il piacere di viaggiare in compagnia dei vostri animali domestici.
 
Partire con la giusta guida
Se fino a qualche anno fa, oltre al trauma del viaggio, portare in vacanza con sé cani e gatti era spesso complicato, oggi sono sempre di più le strutture e le attrezzature, anche in Italia, dedicate ai pets. Da anni il Touring club italiano pubblica Viaggiare con cane e gatto, un'utilissima guida che, oltre a dare tanti suggerimenti di viaggio, dai documenti necessari al modo migliore per fotografare gli amici pelosi, indica decine di indirizzi, da nord a sud, di hotel, ristoranti, itinerari e spiagge dove divertirsi senza il limite del cartello “Noi aspettiamo fuori”. Uno strumento fondamentale per un'esperienza che comprenda, finalmente, proprio tutta la famiglia.
 
Per tutte le informazioni sui disagi in auto degli amici a quattro zampe cliccare sul sito: www.maldautodelcane.it.
Per acquistare la guida cliccare sul sito: www.touringclubstore.it.