Scopri il mondo Touring

Appuntamento mercoledì 24 alle 18.30 al Punto Touring di corso Italia con Marco D’Eramo

Il turismo contemporaneo: ne parliamo a Milano il 24 maggio

di 
Tino Mantarro
19 Maggio 2017
Che il turismo sia diventata la più grande industria del mondo lo dicono i numeri.
 
Solo nel 2015, 1522 miliardi di dollari di ricavi a livello globale, oltre un miliardo e 200 milioni di persone in giro per il pianeta, senza contare il turismo interno alle varie nazioni, le ricadute sulla produzione alimentare, o artigiana, sul consumo di risorse e sull'inquinamento ambientale.
 
In Italia il turismo vale oltre il 10% del Pil e l’11,6% dell’occupazione, in paesi come le Maldive è la fonte principale e unica di reddito: senza turismo addio.
 
Per cui si può ben dire che questa, con tutte le sue storture, sia davvero l’età del turismo come sostiene Marco D’Eramo, giornalista e sociologo, ne "Il selfie del mondo", edito da Feltrinelli. Un libro che parte da Francis Bacon, passa per Mark Twain autore di reportage e arriva all’industria globale che tutto investe e tutto cambia.
 
Un’indagine che a partire da questa considerazione si interroga sul fenomeno turistico in tutte le sue sfaccettature. Una riflessione sul significato sociale del turismo, sulla sua pretesa di autenticità, sulla sua capacità di sconvolgere e ridisegnare l’urbanistica e l’utilizzo delle città e la via stessa delle persone coinvolte.
 
LA PRESENTAZIONE IL 24 MAGGIO
Delle mille sfaccettature del turismo contemporaneo si parlerà mercoledì 24 maggio dalle 18.30 al Punto Touring di Milano all’interno di Compagni di viaggio, la rassegna dedicata ai libri di viaggio del Touring Club Italiano.
 
Marco D’Eramo dialogherà con Annamaria Testa, pubblicitaria e docente alla Bocconi, e Giorgio Boatti, giornalista e scrittore, sul paradosso del turismo che inventa il mondo che i turisti desiderano pur di apparire autentico, anche se di un’autenticità posticcia.
 
Con il risultato stupefacente di essere diventato un’attività praticata da tutti, ma da tutti disprezzata perché ognuno non considera se stesso turista, ma viaggiatore. Cosicché quando arriviamo nella destinazione prescelta finiamo per essere sempre delusi perché la troviamo troppo turistica e invasa da persone in vacanza che sono esattamente come noi.
 
 
I PROSSIMI APPUNTAMENTI DI COMPAGNI DI VIAGGIO
Mercoledi 24 maggio - "Il Selfie del mondo" di Marco D’Eramo (Feltrinelli), con l'autore, Giorgio Boatti e Anna Maria Testa
Mercoledì 31 maggio - "El niño del balcón, La Barcellona di Manuel Vázquez Montalbán" (Giulio Perrone editore) con Giuliano Malatesta e Hado Lyria, traduttrice di Montalban.