Scopri il mondo Touring

Mercoledì 17 giugno alle 18.30 al Touring Paolo Pileri presenta "Che cosa c’è sotto"

Il suolo, una risorsa da difendere

di 
Tino Mantarro
11 Giugno 2015
Per rigenerare due centimetri e mezzo di suolo ci vogliono 500 anni. Bastano questi dati per comprendere quanto sia importante la "risorsa suolo" per la nostra vita e quanto sia importante tutelarla e non abusarne. In Italia si direbbe che non lo abbiamo capito e ogni secondo che passa ne consumiamo 8 metri quadrati. Come? Costruendoci sopra strade inutili, seconde case utilizzate se va bene due settimana l’anno, e poi capannoni, rotonde, speculazioni edilizie di vario genere e poi ancora nuove strade.
 
Ma che cosa è il suolo? «Il suolo è l’unica risorsa che trasforma la morte in vita, la cacca in cibo…» spiega Paolo Pileri, professore associato di Pianificazione territoriale e ambientale al Politecnico di Milano e autore di Che cosa c’è sotto. Un volume edito da Altreconomia (160 pagine, 12,50 euro ) che spiega esattamente che cosa è il suolo, quali sono i suoi segreti e perché è tanto importante difenderlo. Paolo Pileri propone una pedagogia del suolo che vale per tutti: un percorso di conoscenza e sapere che renda ogni cittadino consapevole del valore unico di quel che calpesta. Perché il suolo è quello strato di materiale vivo che ricopre il nostro pianeta per 50, forse cento 100 centimetri e nei fatti lo rende abitabile, perché solo su di esso crescono le piante che producono quell’ossigeno e tutto il cibo che rende possibile l’intero ciclo alimentare. Dunque consumarlo in maniera indiscriminata come da anni si fa nel nostro Paese e nel resto del mondo mette in pericolo la nostra esistenza.
 
Ma se questo è un discorso che pare troppo astratto, ecco che i numeri aiutano a capire con più fredda concretezza. «Un solo ettaro di terreno - spiega Pileri - assorbe 3,8 milioni di litri d’acqua. Se lo cementifico devo imbrigliare l’acqua in scoli e fogne. Allo Stato questo costa, per la sola manutenzione, circa 6.500 euro l’anno per ettaro: complessivamente in Italia si spendono dai 10 ai 14 miliardi». Senza parlare di quel che succede all’ennesimo alluvione che puntualmente arriva a devastare i nostri territorio cementifici.
 
Di questo e di altri temi parleranno mercoledì 17 giugno, dalle 18.30, presso la sede del Touring, in corso Italia 10 a Milano, Paolo Pileri e il presidente del Tci Franco Iseppi, moderati da Mario Portanova, giornalista de Il fatto quotidiano. Per ricordare a tutti che in ogni ettaro di suolo ci sono 20 tonnellate di microrganismi che svolgono il compito più complesso ed essenziale su questa terra: trasformare l’incommestibile in commestibile. E continuare a costruirci sopra è come staccare l’interruttore.
 
Info: mercoledì 17 giugno dalle 18.30 al Touring Club Italiano in corso Italia 10 a Milano
Paolo Pileri con Franco Iseppi presenta "Che cosa c’è sotto. Il suolo, i suoi segreti, le ragioni per difenderlo”; modera Mario Portanova, giornalista de Il Fatto quotidiano.