Scopri il mondo Touring

Il turismo è lontano dai luoghi comuni con le canzoni del trio lucano

Il racconto di viaggio è in musica con gli Smania Uagliuns

di 
Barbara Gallucci
9 Agosto 2017
C'è chi tiene un diario, c'è chi scatta foto, mentre chi è portato per il disegno riproduce impressioni di viaggio con matita e pennelli. Poi ci sono loro, gli Smania Uagliuns, tre artisti di origine lucana, che si sono messi in viaggio per realizzare originali reportage in musica e video. Alla base c'è una grande voglia di fuggire e scoprire nuovi posti, basta che non siano tradizionali, e trovare una forma diversa per narrarli, senza cliché, anzi giocando proprio con quelli per ribaltarli e trasformarli in informazioni diverse.
 
 
The Agronomist, Pastor Flava e Gianni Lofrano si sono dati al turismo lo scorso anno dopo gli album TrogloDigital del 2013 e il successivo Portami via da qui. Prima tappa del loro format chiamato Travel Experiment Marsiglia protagonista di un diario di viaggio audiovisivo divertente e bizzarro. Quest'anno gli Smania Uagliuns sono andati anche oltre pubblicando il singolo Alo Bucarest.
 
 
La scrittura del brano e le riprese video sono state realizzate durante un weekend nella capitale romena. L'obiettivo per tutti e tre era ed è quello di raccontare l'atmosfera e le suggestioni della città, un luogo definito da loro “diversamente turistico”, ma pieno di fascino, anche nella decadenza. Tutto questo ribaltando i classici stereotipi sui romeni che molti italiani hanno: “È una città in cui, di certo, si percepisce sia che c'è stata una recente crisi sia l'animo e la forza di reagire e reinventarsi. E questo mood, in un certo modo, ci rappresenta attualmente” raccontano i tre.
 
In pochi giorni di permanenza hanno concepito il brano e il video e poi, una volta tornati a casa, hanno completato con musica e campionamenti. E la smania di andare altrove continua: “Nel diverso e la decandenza trovo senso e bellezza, il modello mi dà tristezza” cantano i tre Uagliuns con la valigia sempre pronta. Il prossimo diario di viaggio in musica e immagini chissà dove li porterà...