Scopri il mondo Touring

Sabato 14 apre a Parma il salone dei camper. Anteprime e tendenze 2013

Il bello (e il curioso) del turismo en plein air

di 
Renato Scialpi
6 Settembre 2013

Sabato 14 settembre si apre il Salone del camper di Parma, l'appuntamento più importante dell'anno per gli appassionati italiani di vacanze en plein air. Lo precede, più che altro per gli addetti ai lavori, il Caravan Salon di Düsseldorf, gigantesca kermesse (aperta fino a domenica 8 settembre) che, giusto per dare un ordine di grandezza, vanta un colossale campeggio da 3.500 piazzole solo per i visitatori che arrivano col camper o con la roulotte.



L'occasione giusta, piluccando tra siti e cartelle stampa, per vedere “che cosa bolle in pentola” e provare ad anticipare tendenze e novità del prossimo salone di Parma. Come nel caso della futuristica roulotte CaraVisio, presentata da Knaus al salone tedesco (foto a fianco). Minimo comun denominatore della manifestazione tedesca pare essere infatti l'attenzione per dimensioni e prezzi. Non è perciò un caso che un marchio storico come Westfalia, inventore del mitico minibus Volkswagen, scelga di allestire il suo innovativo quanto sgraziato “quattro posti letto” Nugget partendo dal monovolume Ford Transit Custom, più compatto e soprattutto più a buon mercato del concorrente Volkswagen California. Sullo stesso solco Pössl, tra i leader europei nell'allestimento di mezzi furgonati, che continua a puntare sul Fiat Ducato Maxi – impreziosito da un portellone a comando elettrico per facilitare l'accesso laterale – ed evita i ben più costosi Mercedes Sprinter. Ma anche un marchio tedesco d'elite come Dethleff con la nuova linea di camper Trend punta a raccogliere clienti anche nei sementi più “popolari” del mercato, immediatamente imitato da Hymer, altro noto specialista dei camper alto di gamma, con i modelli Exsis.


Il Caravan Salon tedesco, comunque, non è solo orientato al low cost. Chi vuole spendere può arrivare fino a 700mila euro per assicurarsi il gigantesco palazzo su ruote Concorde Centurion realizzato sul telaio di un camion Actros Mercedes da 450 cavalli. Oppure alla cifra non precisata per mettersi al volante dell'altrettanto lussuoso camper fuoristrada ActionMobil Atacama; e ancora ai 100mila dollari necessari per agganciare alla propria auto la roulotte Bowlus Road Chief, replica di un modello Usa degli Anni Trenta.



Altra tendenza, ragionevolmente curiosa, quella per il “lifestyle camper”, ovvero per soluzioni di accoglienza a misura dello stile di vita del cliente. Uno e uno solo, in particolare, per il prototipo monoposto sulla base della Mini Clubvan e destinato agli sportivi in cerca di una base d'appoggio più che di un veicolo abitabile. Oppure per una coppia disposta a condividere un letto largo 150 centimetri per l'elegante Caretta 1500, minicaravan prodotta (a caro prezzo, visto che il listino sfiora i 9mila euro) dalla casa turca Besoglu e che, in ultima analisi, si dimostra più un carrello porta attrezzi sportivi con comparto notte che una vera e propria caravan. E per il resto? Appuntamento a Parma, dal 14 al 22 settembre.