Scopri il mondo Touring

Halloween, in Veneto inizia la paura

di 
Luca Bonora
29 Ottobre 2010

Curioso notare come la notte di Ognissanti, di origine celtica (era la festa di Shamain, nonché il capodanno) e quindi prettamente europea, sia diventata popolare nel Vecchio continente solo di ritorno dagli Stati Uniti, con il ben più esotico nome di Halloween. Ma tant'è. Dalle streghe di Triora, nell'entroterra di Imperia, a quelle del Beneventano, la Penisola offre centinaia di spunti tra storia e leggenda per chi ama il turismo del brivido.


Anche quest'anno, al lungo elenco di luoghi dove almeno una volta all'anno appaiono diavoli fantasmi e folletti si aggiunge il Veneto. Inizia infatti nell'ultimo finesettimana di ottobre un ricco calendario di appuntamenti in tutta la regione che proseguirà tutto il mese di novembre: l'edizione 2010 di Veneto: spettacoli di mistero vedrà in oltre cento località - nelle piazze, nelle ville, le aie, i teatri, i castelli, i giardini, gli scorci naturali - la rivisitazione delle antiche leggende del territorio, spesso provenienti dalla tradizione orale. Le modalità saranno le più varie: visite guidate, rievocazioni in costume e cene a tema, spettacoli teatrali, serate di racconto, mostre, proiezioni e presentazioni di libri, concerti, ricostruzioni storiche e giochi per i più piccoli.

 


Tra i 40 appuntamenti della prima settimana, si segnala domani, 30 ottobre, a Limana (Belluno) la Festa di mistero con degustazione di prodotti locali, canti e danze medievali a Villa de castello e Villa Sacello; a Este (Padova), sempre sabato 30 una rievocazione storica con protagonista Adeleita, madre di Ezzelino da Romano, si conclude con una cena medievale ospitata al Castello (nella foto); A Vicenza il fantasma di Ezzelino è il protagonista di una piece  teatrale in lingua veneta che va in scena sabato 30 e domenica 31, preceduto da uno spettacolo di burattini. A Valdobbiadene (Tv), presso l'osteria La terrazza degustazioni di zucca e di vini rossi veneti doc, tra briganti e pipistrelli.



Cambiando invece zona, il Castello di Clanezzo, nella bergamasca, ospita un weekend con delitto a tema: La leggenda del castello. A un anno esatto della tragica morte della moglie, il conte Du Maurier riunisce nella sua dimora tutti coloro che erano presenti quella notte. E il  fantasma della Contessa sembra manifestarsi, in cerca di vendetta... I partecipanti al weekend avranno modo di investigare nella vicenda, ascoltando le testimonianze dei protagonisti e tentare di impedire che l'imponderabile accada. Anche qui, una notte da brividi. Ma solo per gioco.