Scopri il mondo Touring

XIV edizione del Cervino Cinemountain

Film di montagna sotto il Cervino

di 
Piero Carlesi
27 Luglio 2011

Riparte per il quattordicesimo anno il Cervino Cinemountain, il festival internazionale del cinema di montagna, la rassegna che vuole presentare i migliori film dell'anno a un pubblico selezionato che ha scelto uno dei più spettacolari scenari delle Alpi per le proprie vacanze.




Il festival, che sarà inaugurato il prossimo sabato 30 luglio e si concluderà dopo sette giorni, il 7 agosto, si tiene infatti a Valtournenche e a Cervinia-Breuil (Ao), in vista della stupenda piramide del Cervino, con una appendice a Cogne alla Maison Grivola.

In programma subito sabato, in apertura di festival, la mostra e la presentazione del libro Whimper's Scrambles di Peter Berg, edito dall'Alpine Club di Londra. Oltre alle proiezioni di cui diremo in seguito, vale la pena di citare i numerosi Racconti verticali, incontri con gli autori, tra cui lo scrittore Erri De Luca, l'alpinista-medico Oriana Pecchio, il segretario generale della Convenzione delle Alpi Marco Onida, Augusto Golin organizzatore dell'edizione di Bolzano del Festival di Trento e recente autore di un volume sulle battaglie legali in alta quota e Leonardo Acerbi, ideatore di itinerari alpini poco conosciuti.




La parte cinematografica che è poi la sezione più consistente dell'evento
avrà inizio lunedì 1° agosto con le proiezioni alla Sala congressi del Centro polivalente di Valtournenche. Nel corso della settimana si potranno così vedere ben 25 filmati, tra cui alcune eccellenti pellicole che si sono imposte già in altri festival come per esempio Summer pasture di Lynn True e Nelson Walker, vincitore assoluto del Festival di Trento 2011 e What happened on Palm Island di Eliza Kubarska, vincitore sempre a Trento del Premio Mario Bello.

Altri film che saranno sicuramente apprezzati dal pubblico che salirà ai piedi del Cervino in quei giorni saranno Il capo di Yuri Ancarani, girato nelle cave di marmo delle Alpi Apuane, Pare, escute olhe del portoghese Jorge Pelicano e The Swiss machine di Peter Mortimer e Nick Rosen che riprende la spettacolare e temeraria impresa di Ueli Steck, la scalata della parete nord dell'Eiger in 2 ore e 47 minuti!




La serata finale con le premiazioni si terrà sabato 6 agosto; per l'occasione sarà proiettato il film vincitore assoluto al quale andrà il Grand Prix Conseil de la Vallée 2011. C'è molta attesa al riguardo: sarà confermato il verdetto del Festival di Trento incoronando Summer pasture o vincerà un outsider? Ma non finisce qui. Per gli appassionati di cinema di montagna se chiude un festival se ne apre un altro: dal 6 al 13 agosto le proiezioni si spostano a Sestriere (To) dove si inaugura una nuova rassegna che ha per palcoscenico le montagne olimpiche. Ne riparleremo nei prossimi giorni.