Scopri il mondo Touring

Ottant'anni, aveva collaborato anche con il Touring Club Italiano

È scomparso Cesare Colombo, maestro della fotografia

19 Gennaio 2016

E' scomparso ieri, all'età di ottant'anni, Cesare Colombo, uno dei grandi fotografi italiani dell'ultimo secolo. Da sempre legato alla città di Milano, che aveva immortalato in centinaia di scatti sin dal 1950, era stato anche un collaboratore del Touring Club Italiano, per cui aveva illustrato alcuni volumi e aveva contribuito alla rivista dei soci. 



Lo vogliamo ricordare con una delle sue immagini più famose, scattata nel 1968, che ritrae la parete di vetri del grattacielo Galfa, ripresa in notturna ma con gli uffici ancora attivi e illuminati - quasi un simbolo dei ritmi lavorativi e dell'industrializzazione di quegli anni.


Cesare Colombo, grattacielo Galfa. Milano, 1968​

E poi con un aneddoto, che lo lega alla redazione. Per il numero di marzo 2014 del mensile Touring, dedicato alle celebrazioni per i 120 anni del Touring Club Italiano, la redazione aveva chiesto a dodici fotografi collaboratori dell'associazione (storici e non) di "regalare" alla rivista uno scatto ciascuno, scelto da loro, per raccontare l’Italia che amavano. Dai grandi maestri ai giovani talenti, ne era scaturito un viaggio con protagonista il Belpaese, un bellissimo ritratto collettivo. 
 
Cesare Colombo, un po' a sorpresa, in quella occasione non aveva scelto una foto d'epoca, ma una recente, dal titolo "Ritratti di ex immigrati ora nuovi italiani" (sotto). E così ci aveva raccontato: «È il 17 marzo 2011. In tutto il Paese, sotto una pioggia continua, si celebra, in modo più o meno formale, il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Capitando per caso con la Nikon alle colonne di S. Lorenzo, nel cuore di Milano, mi accorgo che sotto il portico della basilica si alternano piccole rappresentanze di immigrati che, in modi diversi, ringraziano l’Italia, la nuova patria di cui sembrano orgogliosi. Tra essi un gruppo di colf filippine, la nazionalità di origine più numerosa tra i cittadini milanesi. Intonate ed eleganti – tra uno scatto e l’altro – cantano più volte l’inno di Mameli».

L’Italia di oggi è anche questa e Cesare Colombo, che proprio della società e della sua storia si è sempre fatto interprete attraverso le immagini, l'aveva colta perfettamente.


Cesare Colombo, Ritratti di ex immigrati ora nuovi italiani, 2011​


Cesare Colombo, dalla serie L'amore in città. Quartiere Bovisa, Milano, 1974