Scopri il mondo Touring

Una mostra alla Triennale e cimeli in vendita in via Laghetto

Due eventi a Milano in ricordo di Gherardo Frassa

di 
Silvestro Serra
2 Dicembre 2014
Nell'agenda prenatalizia, ecco due appuntamenti da non perdere sulla piazza milanese per gli appassionati di design o per semplici cacciatori di regali originali per le cerimonie di fine anno. Entrambi sono legati alla figura di Gherardo Frassa, artista della Val Camonica recentemente scomparso che per oltre quarant’anni ha lavorato tra arte, artigianato, moda e design, con un particolareamore per i graffiti, per il ferro e per il particolare.
 
LA MOSTRA ALLA TRIENNALE
Il primo appuntamento, “Non è la rosa, non è il tulipano, Tener-a-mente...Gherardo Frassa”,  si tiene alla Triennale e prende il via il 3 dicembre nell'area del Design cafè. Fino all'11 gennaio saranno esposte le opere I Fiori di latta, ultima creazione dell'artista camuno. In mostra sculture da terra e da tavolo, indoor e da esterni, realizzate a mano e tutte in pezzi unici. Tra loro anche  inediti firmati dai grandi designer amici, sodali e complici di tanti importanti allestimenti firmati da Frassa, da Andrea Branzi  a Sergio Calatroni, da Pierluigi Cerri ad Aldo Cibic...
 
I CIMELI IN VENDITA
Sempre dedicato all'artigiano-artista della val Camonica è “Cimelio, Cimeli”, il secondo appuntamento che si terrà in via Laghetto 9, nello spazio omonimo, dal 6 al  22 dicembre, tutti i giorni dalle 11 alle 20.
In questo vasto spazio al lato della Università Statale di Milano saranno esposti e messi in vendita 30 anni di cimeli artistici provenienti dalle mostre di Gherardo Frassa: sono oggetti che recano significative tracce dei loro autori amici e sodali di Frassa: Altan e Forattini, Cemak e Chiambretti, Crepax e Oreste Del Buono, Marco Lodola e Carlo Orsi, Andrea Pazienza e Luigi Settembrini, Maddalena Sisto e Jean Blanchaert,  Emilio Tadini e Ettore Sottsass e tanti altri. Parte del ricavato delle vendite sarà destinato ai progetti di Emergency in Afghanistan.