Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • >
  • Dove andare nel 2015: dieci buoni motivi per dieci luoghi imperdibili

Da Matera all'Umbria, dall'Irlanda a Istanbul, i luoghi da non perdere nel 2015

Dove andare nel 2015: dieci buoni motivi per dieci luoghi imperdibili

di 
Luca Bonora
22 Gennaio 2015
Quali sono le mete che verranno prese maggiormente in considerazione nel 2015, e perché? In pratica, quali sono i luoghi imperdibili di quest'anno? Rispondere non è facile, ma forti della nostra esperienza abbiamo deciso di fare le nostre previsioni. Con molte certezze e qualche azzardo.
 
Vediamo dunque insieme le 10 destinazioni che secondo noi saranno protagoniste del 2015, in Italia e all'estero,e i relativi motivi.

Langhe Roero e Monferrato. le colline vinicole del basso Piemonte sono l'ultimo entrato nei luoghi italiani tutelati dall'Unesco. Con il numero 50, hanno tutte le carte in regole per accogliere i turisti, soprattutto in primavera e autunno. Piccole città d'arte, tanto verde, una cucina di qualità e – a Casale Monferrato - la sinagoga più grande d'Italia. Insomma, una destinazione perfetta anche per chi il vino non lo ama.

Matera. La capitale europea della cultura 2019 ha attirato su di sé i riflettori del mondo e sarà sicuramente gettonata. Dai Sassi, il centro storico unico al mondo, sospeso nel tempo, fino al sorprendente Musma, il messo della scultura contemporanea di palazzo Pomarici, Matera saprà sorprendervi. Unico neo, è mal collegata al Nord Italia. Ma sicuramente già quest'anno ci saranno interventi di potenziamento.
 

Cagliari. Era candidata a capitale europea della cultura, con Matera e altre, e seppur sconfitta al voto ufficiale ha stravinto il sondaggio online di Touring. L'orgoglio isolano ha rilanciato l'immagine della città, che oltre alla spiaggia del Poetto mette a disposizione dei turisti la cittadella dei musei e molti luoghi giovani e trendy. Uno su tutti? Il Castello, location perfetta per l'aperitivo serale.

Città di Castello (Pg). Piccolo centro nel Nord dell'Umbria, ha due cuori: il centro storico rinascimentale, inconsueta eredità medicea in terra d'Umbria, e gli spazi espositivi della collezione Burri, spettacolare esempio di arte contemporanea e archeologia industriale. Alberto Burri nacque a Città di Castello il 12 marzo 1915 e per il centenario della sua nascita la città gli rende omaggio. Il 2015 è dunque l'anno ideale per scoprire un'Umbria diversa dai soliti cliché.
Leggi l'articolo dedicato su touringmagazine.it
 

Firenze. La culla del Rinascimento non ha certo bisogno di occasioni e ricorrenze per essere visitata. Ma dato che nel 2015 ricorrono i 750 anni dalla nascita di un certo Dante Alighieri, siamo certi che la città ricorderà degnamente l'autore della Divina Commedia. Tra gli eventi già definiti, la riapertura, a ottobre, del Museo dell'opera del Duomo di Santa Maria del Fiore.
Leggi l'articolo dedicato su touringmagazine.it

Ascoli Piceno. Città d'arte fra le più belle d'Italia, è ancora lontana dai numeri di presenze che fanno registrare le sue colleghe toscane e umbre. Eppure ha un calendario ricco di eventi, dal carnevale "itinerante", molto particolare, alle rievocazioni storiche dei mesi estivi, legate alla Giostra della Quintana. La rinascimentale piazza del Popolo è una delle più belle d'Italia, vedere per credere. In più nel 2015 si celebra l'anno francescano con numerosi eventi in programma, far i quali spicca la mostra da Cimabue a Caravaggio. Per saperne di più, leggi il nostro reportage.
 

Istanbul. Città unica, ponte far continenti e culture, erede degli imperi romano, bizantino e turco, luogo dell'alternarsi fra cattolici e musulmani nei secoli. Un luogo più di tutti rappresenta questa alternanza. È la basilica di S. Sofia, alias cattedrale, alias sede patriarcale, alias moschea. Oggi è un suggestivo museo in cui si può toccare questo susseguirsi (spesso cruento) di culti. E per gli 80 anni dalla nascita (del museo), è più bella che mai.
Guarda il programma del Viaggio Touring dedicato.

Stoccolma. Cento anni fa nasceva la donna che stregò Alfred Hitchcock, Humphrey Bogart e Roberto Rossellini. Celebre per Notorius, immortalata da Casablanca, vincitrice di tre premi Oscar, Ingrid Bergman fu una delle grandi dive del cinema. la sua città natale la ricorda mettendosi il vestito più bello. È l'anno giusto per scoprirla. Per saperne di più, consulta il sito ufficiale del turismo.
 
 
Irlanda. Il 13 giugno la nazione celebra i 150 anni dalla nascita del poeta, drammaturgo e premio Nobel William Butler Yeats. Da Dublino, la città natale, a Sligo fino a Lake Isle, sono centinaia degli incontri e gli appuntamenti a tema. Non solo reading, anche itinerari e proposte di viaggio. In particolare lungo la Atlantic Way, la costa atlantica. Sì, quella delle scogliere altissime e delle isole Aran. Per saperne di più, consulta il sito ufficiale del turismo.

Belgio. Duecento anni fa Napoleone perdeva una battaglia. Fece così notizia che da allora una sconfitta pesante viene definita una Waterloo. L'anniversario è l'occasione per scoprire il luogo reale dell'evento, e le città nei dintorni (anzitutto Bruxelles e Charleroi), complici i le distanze decisamente abbordabili del piccolo Paese europeo. E a giugno, 5000 figuranti in costume, 300 cavalieri e un centinaio di cannoni saranno impegnati in una grandiosa rievocazione storica dell'evento: non si (ab)batte Napoleone tutti i giorni. Per saperne di più, consulta il sito ufficiale del turismo.


…+1
Singapore. Se amate i viaggi lunghi ed esotici, ma al tempo stesso vi affascina la modernità, Singapore è la vostra meta e il 2015 è l'anno giusto. La repubblica infatti festeggia 50 anni di Indipendenza e potete stare certi che nulla sarà minimalista. Clou della festa sarà la National Parade di agosto.
 

Ora diteci al vostra: quale destinazione avete messo nel mirino per il 2015, fra queste.. ma anche fra altre?
Dove progettate – o sognate – di andare? Lasciateci il vostro parere nei commenti!