Scopri il mondo Touring

Dopo la Cordigliera delle Ande, è il momento del mare: il team esplora le Fiji e la Nuova Caledonia

Donnavventura 2012, è l'ora dell'Oceania

di 
Luca Bonora
8 Ottobre 2012

Dal ghiaccio alla sabbia, dal freddo al sole delle isole Fiji. Detto così è semplice, eppure ci sono volute tre settimane perché le Donnavventura rientrassero a Santiago del Cile da Usuhaia a bordo dei loro Mitsubishi, sempre lungo la mitica Ruta 40, e poi prendessero il volo. Destinazione: l'Oceania. È iniziata così la seconda parte del Grand Raid 2012, quella dedicato alla scoperta dell’oceano Pacifico.



In Nuova Caledonia il team visiterà luoghi incontaminati, poco conosciuti e spettacolari. Le Donnavventura documenteranno i paesaggi dell’Isola dei Pini, di Lifou e Ouvea, senza trascurare la Grande Terre e la capitale Noumea. Racconteranno i loro incontri con la popolazione locale e gli aspetti curiosi di questa terra agli antipodi.



Prima di decollare verso le isole, l'8 settembre c'è stato un altro cambio: Ana e Francesca sono rientrate in Italia, mentre un'altra veterana, Michela, ha raggiunto Rossella, Stefania e Valentina. Le Donne avventura al mare sono dunque quattro: torneranno in sei quando, la prossima settimana, Ana e Francesca si riuniranno alle altre a Santiago del Cile per riprendere la strada verso nord (vedere mappa). 



Sarà proprio Ana a raccogliere il testimone di Paola e a diventare l'inviata Touring in questa edizione di Donnavventura. Nata nel 1983 a Lubiana, in Slovenia, ma friulana d'adozione (vive a Udine), ex giocatrice di basket, Ana è laureata in Scienze internazionali e diplomatiche ed è una veterana di Donnavventura (è alla sua quarta spedizione). A dispetto del sorriso incantevole e degli occhi sognanti, è una ragazza davvero tosta, determinata e piena d'iniziativa. Quello che serviva, insomma, per dare una mano alle altre ragazze e alla produzione.



Trovate le prime spettacolari fotografie nella pagina Facebook di Donnavventura (e anche sul loro sito ufficiale). E non dimenticate che potete commentare le tappe e l'itinerario nella nostra community, nel Gruppo dedicato al Grand raid 2012.