Scopri il mondo Touring

L'appuntamento a Verona dal 26 al 29 ottobre: ecco i nostri consigli, anche di sera

Dieci cose da non perdere a Fieracavalli

12 Ottobre 2017
 
Dal 26 al 29 ottobre, Verona si trasforma nella capitale mondiale dello sport equestre, diventando il punto di riferimento per appassionati e addetti ai lavori. Tra le centinaia di appuntamenti tra eventi, spettacoli e competizioni della 119a edizione di Fieracavalli, ecco i nostri consigli. Perché non è un segreto che orientarsi all'interno dell'enorme manifestazione sia spesso davvero difficile! 

Ricordiamo che anche quest’anno i soci TCI avranno uno sconto sull’ingresso: 19 euro invece di 25 euro presentando la tessera alle casse. Venite a trovarci al nostro stand, nel padiglione 1!

1. GLI SPEED EVENTS: SFIDE WESTERN SUL FILO DEI SECONDI 
Tappa obbligata di Fieracavalli è certamente il Westernshow: ci si sentirà trasportati nel leggendario West! Gli Speed Events offrono un ricco programma di competizioni nelle specialità Barrell Racing e Pole Bending, che vedono protagonista le razze di cavalli americani.

Padiglione 11 e padiglione 12 (dedicato alle Stock Performance, in particolare al Team Penning: cavalli e cavalieri alle prese con mandrie di vitelli). 

 
2. LO SPETTACOLO DEL JUMPING VERONA
La Longines FEI World Cup™ - concorso internazionale di salto a ostacoli - fa tappa al Jumping Verona. L’occasione di assistere a quattro giorni di gare ad alta tensione agonistica è davvero imperdibile. Sullo stesso terreno calcato dai binomi della Coppa del Mondo, inoltre, si sfidano gli atleti impegnati nella prima edizione del FEI Pony Jumping Trophy, che fa il suo debutto mondiale proprio a Fieracavalli.

Padiglione 8 (Pala BMW). 

 
3. SCOPRIRE L'ITALIA A CAVALLO
Non potevamo non segnalare l'area dedicata al turismo, in cui sarà presente anche il Touring Club Italiano. Nel padiglione 1 si va dalla prima guida Italia a cavallo realizzata da Touring Club e Fieracavalli, fino alle soluzioni più hi-tech con Horse Touring, portale turistico online per cavalli e cavalieri, che permette di sperimentare virtualmente alcuni degli oltre 7mila chilometri di ippovie del Paese, grazie a un visore 3D.
 
 
4. IL BATTESIMO DELLA SELLA PER I CAVALIERI DI DOMANI
Portate i vostri figli al Villaggio del Bambino! La 119ª edizione di Fieracavalli dedica il padiglione 1 anche alle famiglie, che troveranno un'area riservata alla scoperta delle abitudini e delle caratteristiche dei cavalli grazie a momenti didattici, spettacoli e musica. Nel padiglione 2, invece, si potrà partecipare al battesimo della sella, a cura di FISE: i bimbi dai cinque anni in su potranno salire a cavallo per la loro prima volta

Padiglione 1 e padiglione 2. 

 
5. GUARDARE DAL VIVO LE GIOVANI PROMESSE
Con più di 2 mila posti in tribuna e 3 campi gara, il padiglione 5 è lo spazio dedicato alle competizioni che vedono impegnate le giovani promesse dell'equitazione nazionale e internazionale. Oltre all'attesissimo CSI 2* e CSI 1*, infatti, i talenti del salto ostacoli italiano si sfidano nella Coppa delle Regioni Pony, nel Trofeo Pony, nella Coppa dei Campioni Pony fino al Progetto Sport, tutte manifestazioni targate FISE (Federazione Italiana Sport Equestri). Per le Notti di Fieracavalli, inoltre, il padiglione tiene aperte le sue porte fino alle 23 permettendo di assistere alle competizioni anche la sera.

Padiglione 5.

6. AMMIRARE ARABI, IBERICI E FRISONI
Con i suoi 13mila metri quadrati e due ring provvisti di ampie tribune, il padiglione 9 si trasforma – dalle 9 alle 23 – nel palcoscenico per competizioni e spettacoli dedicati alla razza araba, spagnola e ai frisoni. Per i quattro giorni di manifestazione i migliori esemplari di cavallo arabo si sfidano nel Campionato Europeo di Morfologia ECAHO; sono, invece, 200 i cavalli iberici impegnati nei concorsi di Doma Vaquera, Alta Scuola Spagnola, Arte Eleganza e Doma Classica. Da non perdere anche i Frisoni in mostra grazie alla collaborazione della Friesian Horse Italia, i cavalli Criolli dell'A.N.A.C.C. (Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Criollo) e lo spettacolo gratuito in programma nella serate di giovedì 26, venerdì 27 e sabato 28 che vede esibirsi artisti provenienti da tutto il mondo. 

Padiglione 9. 
 
 
7. A BRIGLIE SCIOLTE: L'AREA ESTERNA DÀ SPETTACOLO
Mentre passeggiate tra i padiglioni, non dimenticate di passare nelle aree esterne A e B, dove si susseguono spettacoli e dimostrazioni.
Dal 26 al 28 ottore, l'area A ospita anche una grande novità: il 1° FIHB KEP Horseball Masters. Questa disciplina equestre, nata in Francia negli anni ’70, può essere definita come un misto di "basket e rugby a cavallo" dove ogni squadra è formata da quattro giocatori (più due sostituti) che devono effettuare un goal, lanciando la palla attraverso un cerchio verticale posto all’estremità del campo.  
 
Area A e B.

 
8. L'ITALIA AL MEGLIO
A Fieracavalli trova il suo palcoscenico anche il Paese con più biodiversità al mondo, l'Italia. Qui, grazie all'AIA (Associazione Italiana Allevatori), si possono scoprire 355 esemplari appartenenti alle 7 razze del Libro Genealogico e ad alcune tra le 25 razze equine ed asinine del Registro Anagrafico.

Padiglione 10.
 
9. L'ARTE CONTEMPORANEA
A Fieracavalli fa il suo ingresso anche l'arte contemporanea, con due iniziative: una monografia celebrativa dedicata all'artista Nag Arnoldi ed Equinox, una mostra di videoarte di sei artisti internazionali che indagano il rapporto tra uomo e cavallo come nuova occasione di dialogo tra cultura e natura, in programma al Pala BMW.
 
10. IL RITORNO DELL'AKHAL-TEKE'
Gli intenditori non potranno lasciarsi sfuggire il ritorno, a distanza di quasi un decennio, di una delle razze equine più antiche e prestigiose, la cui origine risale a parecchi secoli prima di Cristo: l’Akhal-Teké. Originario del Turkmenistan, è stato definito “levriero del deserto” per il temperamento vivace e la conformazione particolarmente asciutta, ma anche “cavallo celeste” in virtù della sua bellezza, grazia e robustezza. Il mantello è una delle caratteristiche che lo contraddistinguono: si presenta con magnifici riflessi metallici, che possono essere dorati, argentei o bronzei. 

 
LA TOP 5 BY NIGHT
Il divertimento continua anche al calar del sole con le “Notti di Fieracavalli”, che vi offrono spettacoli ed eventi dalle 20 alle 23. Qualche consiglio su cosa non perdere:
 
1. SALOON, AL RITMO DI COUNTRY
Il Westernshow, cuore pulsante di Fieracavalli, di notte si trasforma in un tipico Saloon con musiche, balli country e performance di line dance. Padiglione 11.

 
2. I SENTIERI DEL GUSTO
Non perdete l’occasione di assaggiare prodotti provenienti da tutta Italia. Specialità tipiche nel Villaggio delle tradizioni, dove stand regionali vi stuzzicheranno l’appetito. Potrete cenare come i butteri della Maremma o gli allevatori trentini, alla riscoperta dei piatti locali della tradizione. Aree esterne C e D.

3. LE COMPETIZIONI SERALI
Il padiglione 5 tiene aperte le sue porte fino alle 23 permettendo di assistere alle competizioni anche la sera.

 
4. I CAVALLI NEL LORO BOX
Spente le luci dei ring alla fine di una lunga e intensa giornata, non rinunciate a un suggestivo giro tra i box, dove potrete avvicinarvi con calma e tranquillità ai meravigliosi esemplari presenti in fiera. Questo è forse uno dei momenti più belli per far vivere quelle “affinità naturali” di cui Fieracavalli si fa portavoce.

 
5. GALA D'ORO
Il Gala d’oro è il fiore all’occhiello di Fieracavalli by night: diretto da Antonio Giarola, ogni anno vi lascia senza fiato. Protagonista assoluto dello show diretto da Antonio Giarola e in scena il 26, 27 e 28 ottobre è uno degli artisti equestri più acclamati a livello internazionale: Lorenzo. Definito come “il cavaliere volante”, torna a Verona con un’esibizione travolgente che è la perfetta liaison tra acrobazia e libertà per un Roman Riding unico, in compagnia di sei lusitani grigi e sei lusitani neri.