Scopri il mondo Touring

La CN Tower e le rive dell’Ontario, lo zoo e l’acquario, Yorkville e Queen Street, lo sciroppo d’acero e le distillerie

Dieci cose da fare a Toronto, in Canada

di 
Luca Sartori
9 Gennaio 2017
Basta uno sguardo dal finestrino dell’aereo che lentamente perde quota, accingendosi all’atterraggio all’aeroporto di Pearson, per iniziare a capire Toronto. I quartieri periferici, i villaggi residenziali, le interminabili strade diritte che portano verso il cuore di questa metropoli ai margini del grande nord, si mescolano alle ampie macchie di verde, distese di prati e alberi.
 
Lo sguardo si perde in questa piatta, infinita alternanza che pare solo interrompersi all’orizzonte, dove il profilo del cielo cede la scena alle geometrie dei grattaceli del centro, raggruppata selva di vetri e cemento all’ombra della Canadian National Tower. Lasciato l’aeroporto più trafficato del Canada percorriamo una delle arterie stradali che portano al moderno e vivace centro città, per scoprirne gli aspetti più curiosi ed i luoghi più interessanti.
 
Per vivere il meglio di Toronto e del resto del Canada acquista la Guida Verde Canada sul nostro store on line e nei punti Touring in tutta italia-
 
1 - SALIRE SULLA LA CN TOWER
Tra le principali attrazioni della città vi sono sicuramente la Canadian National Tower e Casa Loma. La prima svetta sulla selva di grattaceli ed è una torre per telecomunicazioni. Con i suoi 553 metri d’altezza è tra le più alte strutture del mondo ed è uno spettacolare richiamo turistico per tutti coloro i quali giungano nella metropoli canadese. Dalla torre è possibile infatti godere di un panorama mozzafiato sull’Ontario, sulla città e sull’immensa pianura che porta fino alla baia di Hudson.
 
 
2 - VISITARE LA CASA LOMA
Conosciuta anche come il castello di Toronto, Casa Loma è invece il principale monumento storico della città, situato su di un poggio dominante il centro. Un piccolo gioiello architettonico in stile gotico rinascimentale appartenuto a Sir Henry Pellat, finanziere, uomo d’armi e industriale. Costruita tra il 1911 ed il 1914, è una tappa da non perdere. Da vedere i giardini estivi della casa, aperti da marzo a ottobre, impreziositi da fontane e sculture, ed il museo ricco d’opere d’arte canadesi e del mondo.
 
 
3 - SCOPRIRE IL DISTRETTO DELLA VECCHIA DISTILLERIA
Per lasciare il cuore della città e dirigersi alla volta del distretto della vecchia distilleria, la Gooderham and Worts, tra le più grandi del Nord America, ideale è il percorso che prevede l’ampio tratto della bella e vivace King street, che corre verso l’est della città, la svolta in Parliament street e poi, dopo un breve tratto, la fermata in Mill street. Eccoci così all’ingresso della zona della storica distilleria, straordinaria esposizione d’architettura industriale d’epoca vittoriana.
 
Passeggiando per il distretto, dove dominano i mattoni rossi di edifici e strade, è facile lasciarsi rapire da gallerie d’arte, gioiellerie, negozi d’antiquariato, e negozi d’abbigliamento. Grande l’offerta di pub, bar e caffetterie oltre ai ristoranti etnici ricavati nelle vecchie strutture del distretto. Imperdibile una fermata per concedersi un assaggio di birre come la Stout e la Pilsner
 
 
4 - ASSAGGIARE LO SCIROPPO D’ACERO
Chi visita Toronto non può non assaggiare lo sciroppo d’acero. Sono proprio gli aceri che si trovano in alcune zone dell’Ontario del sud e del Quebec, dove vi sono le condizioni climatiche ideali, i più adatti per l’estrazione della linfa. Quest’ultima, allo stato puro, non possiede il particolare sapore caramellato. Ciò si ottiene con la bollitura e la conseguente evaporizzazione dell’acqua in essa contenuta.
 
Già conosciuto dagli indiani irochesi, antichi abitanti del Canada, il liquido zuccherino ha un alto contenuto di sali minerali, ed è noto per le sue proprietà energizzanti e depurative. Assolutamente da provare sul waffle, il dolce a cialda, croccante fuori e morbido dentro, dal caratteristico aspetto “goffrato”, al quale aggiungere anche un po’ di burro, un tripudio di dolcezza, autentica meraviglia per il palato. Lo sciroppo d’acero è apprezzabile anche nelle macedonie e nelle insalate con frutta, o magari sulle torte.
 
 
5 - SPERIMENTARE UNA GASTRONOMIA INTERNAZIONALE
È da Francia, Irlanda, Scozia e Italia che il Canada ha importato molte specialità gastronomiche, talvolta elaborandole e rivisitandole. Non si può infatti dire che il Canada abbia una cucina tipica. A Toronto, città tra le più multietniche del mondo, vastissima è l’offerta di ristoranti europei, tra cui i francesi e gli italiani, quelli orientali, come i cinesi ed i giapponesi, o del centro America, come il messicano. Innumerevoli i fast food dove consumare hot dog, patatine fritte preparate nei modi più diversi, hamburger, cheeseburger e dolci.
 
Da assaggiare il pollo arrosto con contorno di patate e cipolle, oppure i bocconcini di pollo con lo sciroppo d’acero. Autentica tradizione in Canada è il brunch della domenica mattina, ricco pasto del giorno di festa, mix di dolce e salato, dove non mancano le uova con il bacon, i sandwich preparati con carne arrostita, poi i waffle annaffiati dallo sciroppo d’acero.
 
In Canada non mancano birra e vino. Ricca la scelta su tutti quelli provenienti dall’Europa e dalla California, ma anche quelli tipici canadesi, gran parte dei quali prodotti nell’Ontario.
 
 
6 - VISITARE LO ZOO
Il Canada è terra di grandi spazi. Un’enorme porzione di mondo nella quale si concentrano straordinari tesori naturali. Natura che a Toronto si racconta attraverso il verde dei suoi quartieri residenziali, dei suoi parchi e delle sue periferie ma anche in due luoghi imperdibili per chi della città non si voglia perdere il meglio, l’acquario e lo zoo. Lo zoo è invece situato nella periferia est della città, nel distretto di Scarborough, ed è il più grande del Canada. Raggiungibile con i mezzi pubblici, è diviso in regioni geografiche, tra cui quella africana, quella americana e l’eurasiatica, e merita assolutamente la visita. 
 
 
7 - EMOZIONARSI ALL’ACQUARIO
Nel cuore della Downtown di Toronto, all’ombra della Canadian National Tower e del Rogers Centre, il Ripley’s Acquarium è l’acquario più grande del Canada. Straordinario percorso emozionale tra oltre quattrocento specie animali, la più ricca mostra di meduse al mondo e lo spettacolare percorso su tapis-roulant nel tunnel all’interno della vasca degli squali, tra tartarughe ed una miriade d’altri pesci.
 
 
8 - PASSEGGIARE LUNGO LE RIVE DELL’ONTARIO
È un immenso specchio d’acqua sul quale la città s’affaccia. Acque abbracciate per metà dalle terre del Canada del sud e per l’altra metà dagli Stati Uniti. Tra le sue acque e quelle del lago Erie, altro dei grandi laghi del nord America, prende vita lo straordinario scenario delle Cascate del Niagara.
 
Giungendo a Toronto in aereo da New York dopo la traversata del lago, pare d’approdare in una grande città di riviera, in una metropoli affacciata sul mare, dove d’estate i locali si trasferiscono spesso sulle sue rive per godere del sole e della brezza del lago, lasciando i quartieri del centro e stendersi sulle ampie spiagge sabbiose circondate dal verde. D’inverno invece il ghiaccio ne impedisce la navigazione, spesso è spazzato dai freddi venti del nord ed in alcune zone addirittura gelato.
 
Le sue rive regalano suggestivi e curiosi scorci affollati di uccelli acquatici, con le spiagge e le interminabili piste ciclabili del lungo lago sovrastate dai grattaceli della zona meridionale della città.
 
 
9 - VISITARE LA CITTÀ SOTTERRANEA
Mentre nella bella stagione vivere Toronto significa godersi la città all’aria aperta, passeggiare per le strade del centro, per le principali vie dello shopping, da Bloor street a Queen street, da King street a Yonge-Dundas square, dove il clima è sempre gradevole, d’inverno la città viene investita dai venti del nord,.diventando una città gelida, quasi inesplorabile dato che la temperatura può anche arrivare ai -30 gradi sotto lo zero.
 
Giornate in cui i torontoniani si spostano nel ventre della città, nei quasi trenta chilometri di strade del “Path”, quella che è la città sotterranea, dove è possibile passeggiare anche in abiti leggeri, tra negozi, caffè, ristoranti, uffici, supermercati e banche. Path che ha, ovviamente, numerosi punti di contatto con la viabilità esterna ed i parcheggi e con la fitta rete di stazioni del trasporto pubblico di superficie e metropolitano.
 
 
10 - VISITARE IL QUARTIERE DI YORKVILLE
Nel cuore del quartiere di Yorkville passa la metropolitana. In pochi minuti, da ogni parte della metropoli, si può raggiungere quello che è uno dei quartieri più lussuosi di Toronto.
 
Si scende alla fermata di Bay e si approda in quello che fu un antico centro ai margini della città. Fondato nel 1830, Yorkville era un villaggio dove l’aria e lo stile di vita dei suoi abitanti erano di qualità migliore rispetto a quelli della città, della quale, verso la fine del XIX secolo, divenne parte.
 
Capitale del movimento hippie canadese negli anni Sessanta, Yorkville attraeva musicisti ed artisti che si esibivano nelle strade e nei locali. Quest’angolo di città ancora oggi rapisce i turisti per la sua particolare originalità, per le sue case basse sovrastate da qualche grattacielo, e per la sua vitalità, disseminato di boutique d’alta moda e gioiellerie in parte concentrate su una delle sue arterie, Bloor Street.
 
Gallerie d’arte e svariati apprezzabili esempi d’architettura d’epoca vi rendono interessante e piacevole una passeggiata, dov’è ricca la scelta di locali e ristoranti dove assaporare specialità locali, italiane, un buon caffè e cucina etnica.
 
 
IN VIAGGIO CON LA GUIDA CANADA DEL TCI
Per vivere il meglio di Toronto e del resto del Canada acquista la Guida Verde Canada sul nostro store on line e nei punti Touring in tutta italia