Scopri il mondo Touring

I nativi di una città spesso hanno un nome diverso da quello della città stessa

Come si chiamano gli abitanti di Ivrea?

di 
Piero Carlesi
14 Febbraio 2012
Stanno per arrivare le giornate clou del Carnevale e Ivrea (To) si sta preparando alla storica battaglia delle arance. Ma sapete come si chiamano gli abitanti della città ai piedi delle Alpi, porta della valle d'Aosta e già capitale italiana della macchina da scrivere e poi dell'informatica quando regnava l'Olivetti?
 
Non si chiamano ivreani o ivreesi come verrebbe da dire, ma eporediesi. E sapete perché? Perché l'antico nome romano di Ivrea era Eporedia. Da cui appunto eporediesi. Ma non è questo certo l'unico caso in cui gli abitanti non si chiamano con un nome che deriva direttamente dal nome della località.
 
CHE COSA NON PERDERE A IVREA
Conoscete Ivrea? La città in provincia di Torino è una meta ideale per una giornata culturale. La Guida verde Piemonte cita come monumenti notevoli il bel castello, costruito nel Trecento, il Duomo, con interno barocco e facciata neoclassica, e il ponte vecchio, che passa la Dora Baltea, da cui si esce dal centro storico. Nella parte più nuova della città è da non perdere poi la chiesa di San Bernardino, nell'area industriale Olivetti, che risale alla metà del Quattrocento e conserva un pregevole ciclo di affreschi con le storie della vita di Gesù, in 20 riquadri; e passando a epoche più moderne, il Museo a cielo aperto dell'architettura moderna, inaugurato nel 2011 e dedicato alla storia industriale della Olivetti. Dell'antica Eporedia rimane invece l'anfiteatro, sempre eserno al centro storico, che conserva parte della cavea. 
 
 
LA BATTAGLIA DELLE ARANCE
Ogni anno lo Storico Carnevale di Ivrea si ripete secondo un antico copione. Il pretesto rievocativo dell'uccisione di un feudatario tirannico a opera di una bella mugnania passa in secondo piano rispetto alla battaglia delle arance, il lunedì e martedì grasso. I vari gruppi di eporediesi - quelli sui carri contro l'esercito degli appiedati - si affrontano scagliandosi quintali di agrumi. Uno spettacolo! 
 
Per saperne di piùwww.storicocarnevaleivrea.it
 
 
I DINTORNI DI IVREA
Almeno tre perle da visitare vicino a Ivrea: il Castello Ducale di Agliè, fastosa dimora di casa Savoia; il castello di Masino, una delle dimore signorili meglio conservate del Piemonte; e, nel Biellese, il ricetto di Candelo, come Agliè Bandiera arancione del Touring Club Italiano per la qualità turistico ambientale. Il Ricetto medievale è un gruppo di edifici di origine per lo più trecentesca, fortificati da una cerchia muraria di ciottoli a spina di pesce, che avevano funzioni di deposito agricolo e rifugio per la popolazione in caso di pericolo: camminare tra i suoi vicoli è come fare un viaggio nel tempo!