Scopri il mondo Touring

I nostri consigli per partire senza sorprese

Cinque cose da sapere quando si noleggia un'auto

1 Marzo 2017

Per un finesettimana, una vacanza, un impegno di lavoro. A quante persone sarà capitato di noleggiare un’automobile? Sul web, ormai, sono presenti migliaia di siti di autonoleggio: bastano pochi clic è si prenota una macchina, in Sicilia come a Bali. Abbiamo pensato di riunire in quest’articolo alcuni suggerimenti da tenere a mente quando si affitta un’auto: per qualcuno saranno cose note, ma meglio informarsi prima per poi non avere brutte sorprese…

1. SCEGLIERE LA MACCHINA ADATTA A VOI
Sembra banale, ma non è così scontato, soprattutto se non si è pratici con i vari modelli proposti. Cosa dovete fare con la macchina a noleggio? Dove volete andare? Quanti e quali bagagli avrete? Fatevi queste domande, prima di inserire il numero di carta di credito. 

In particolare, state attenti al numero di valigie e alle loro dimensioni: non è piacevole scoprire che nel baule del modello scelto il vostro trolley rigido non entrerà mai. Può essere utile, in questo caso, guardare sul web qualche immagine in più del modello che state scegliendo (anche se è bene sapere che poi il modello proposto dalla compagnia è solo indicativo). E considerate anche la destinazione della vostra vacanza: se siete in Islanda, potrebbe essere utile spendere qualche euro in più per una macchina che vi porterà fuori dalle strade asfaltate, in luoghi altrimenti non accessibili; se progettate un weekend in Toscana, magari una cabriolet potrebbe farvi apprezzare maggiormente il panorama; se state andando in una valle alpina d’inverno, forse è meglio avere la trazione integrale. E così via. 

La macchina a noleggio fa parte dell’esperienza della vacanza: più è adatta, più apprezzerete il viaggio che state per fare. Potrebbe essere l’occasione per farsi un regalo: ci sono compagnie che noleggiano auto d’epoca e di design… magari quelle che avreste sempre voluto provare ma non avete mai avuto la possibilità.
 

2. NON SOTTOVALUTARE L’ASSICURAZIONE
Assicurazione, eterno problema del noleggio. C’è chi tende a sottovalutarla e ad accettare l’assicurazione base, che viene proposta da tutte le compagnie di autonoleggio. Il nostro consiglio è di pensarci bene e guardare soprattutto il valore della franchigia proposta. Siete sicuri che non valga la pena spendere di più per non evitare problemi? Certo, non succede mai niente, ma quando succede…

Una botta su una portiera fatta su una macchina parcheggiata, mentre voi eravate a bere un barolo, potrebbe costarvi cinque volte quello che avete pagato per il vostro weekend nelle Langhe. Non vogliamo portare sfortuna, ma è un episodio che ci è realmente successo… per cui fate i vostri conti e non azzardate troppo. 
 

3. SELEZIONARE LA FORMULA PIÙ CONVENIENTE
Le compagnie di autonoleggio ormai propongono decine di formule diverse. A ore, a settimane, a mesi; con chilometraggio limitato e con chilometraggio illimitato; con il servizio di pieno carburante incluso nel prezzo o con servizio escluso; e così via. Qui il consiglio è di fare un po’ di prove, al momento del noleggio: se non avete esigenze precise, guardate come cambia il prezzo selezionando o deselezionando i vari servizi. State attenti soprattutto all’orario di riconsegna: spesso le tariffe sono calcolate a giornate e basta un’ora in più per far scattare la tariffa dell’intera giornata. Forse può valere la pena tornare un’ora prima, nel caso.

Se siete in due, vi consigliamo di guardare in particolare modo i costi del guidatore aggiuntivo. È sempre un bene potersi dare un cambio alla guida: alcune compagnie lo propongono gratuitamente, potrebbe essere una valida ragione per sceglierne una piuttosto che un’altra. 
 
4. STARE ATTENTI AI COSTI NASCOSTI
Si collega ai punti di prima. Alcuni siti propongono così tante opzioni che può capitare di perdersi nei meandri delle selezioni. Avete bisogno di accessori? Volete un gps, un router wifi, un seggiolino per vostro figlio, un portasci? C’è la possibilità di noleggiare tutto questo e molto di più, ovviamente a un prezzo. Ma potrebbe valerne la pena, per esempio se siete in una città che non conoscete (e allora benedetto sia il gps).

Un’attenzione particolare va posta sulla tariffa one-way e sul noleggio in aeroporto. Il noleggio presso una stazione A e la riconsegna presso una stazione B (il cosiddetto “drop off") spesso costa molto di più di un noleggio con ritiro e consegna nello stesso posto. Avete possibilità di scegliere? Potreste per esempio cambiare itinerario e farne uno ad anello? Ci è capitato anche di constatare che il noleggio in aeroporto può costare di più del noleggio nella città adiacente (colpa delle tasse aeroportuali, non della compagnia di noleggio): può convenire prendere un bus di linea per il centro città e noleggiare l’auto in quella sede?
 

5. GUARDARE LA MACCHINA PRIMA DI PARTIRE
Quando sarete all’autonoleggio e firmerete il contratto, ricordate che c’è ancora tempo per parlare, capire, informarsi sui costi e al limite anche cambiare modello. E non salite subito sulla macchina: insieme all’addetto dela compagnia, controllate eventuali danni sulla carrozzeria - tutte le compagnie più serie lo fanno - e segnate quelli presenti, per non essere incolpati di averli fatti voi una volta che ritornerete alla base. 

Fate anche una prova di guida, per capire che nella macchina non ci siano problemi alla meccanica. Se notate qualcosa, spendete qualche minuto in più per ritornare dal noleggiatore e fare presente il problema. Insomma, cercate di prevenire ogni contestazione: basta un po’ di attenzione, niente di particolarmente impegnativo. E fate buon viaggio!