Scopri il mondo Touring

Il ruolo del Touring e la presenza del Presidente Napolitano

Capua: riapre il Museo provinciale campano

di 
Piero Carlesi
27 Marzo 2012

Riapre il 28 marzo il Museo Provinciale Campano di Capua, dopo un restauro durato circa due anni e con un investimento di cinque milioni di euro. Al taglio del nastro parteciperà il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, in occasione della sua visita a Caserta, ha chiesto di poter far tappa anche a Capua.




Annunciamo questa notizia con viva soddisfazione perché fu il Touring Club Italiano mesi fa, con una lettera aperta pubblicata sui giornali, che sollevò il problema: il Museo era chiuso da troppo tempo, i lavori erano terminati, ma non si sapeva la data di riapertura. Il Console del Tci Annamaria Troili si è battuta in prima persona perché il Museo di Capua fosse riaperto e ora finalmente il risultato è stato raggiunto.


 


Palazzo Antignano, l'edificio nobiliare risalente probabilmente al IX secolo che dal 31 maggio 1874 ospita il Museo, ha subito interventi strutturali, nuovi impianti, nuove coperture, l'abbattimento delle barriere architettoniche e il ripristino dei giardini per un maquillage che si completa anche con una nuova riorganizzazione delle collezioni. Vi è inoltre la possibilità di interagire con il Museo attraverso Facebook o Twitter, e la facoltà di poter accedere agli ambienti attraverso una visita interattiva.


 


Il Museo provinciale Campano dispone di diverse sezioni: una archeologica, la più vasta delle zone museali, dove è possibile ammirare le Matres matutae realizzate in tufo, rappresentano un voto fatto dalle madri. ma anche alcuni reperti unici come il lapidario di Theodor Momsen, una collezione di vasi greci ed italioti, i sarcofagi figurativi, terrecotte votive; una sezione medievale, dove è possibile ammirare la Sala Federiciana, con testimonianze dell’Arco Federiciano voluto da Federico II presso il ponte sul Volturno; una sezione dedicata alla pinacoteca, in cui sono inseriti i pregevoli dipinti di autore ignoto Santa Lucia e Santa Caterina d’Alessandria; un’area dedicata alla biblioteca, con oltre 70.000 volumi.


 


L’auspicio della direttrice Maria Luisa Nava è che il rinnovato Museo faccia registrare una intensa fruizione da parte dei turisti attraverso un circuito che leghi il Museo alla Reggia di Caserta, distante solo 15 km da Capua. Oggi infatti la maggior parte dei visitatori della Reggia riparte ignara dell'esistenza del Museo, perdendo una grande occasione per conoscere la storia di questo territorio.


 


Sconto 50% sul biglietto d'ingresso ai soci Touring.