Scopri il mondo Touring

Tre musei e una mostra tutti da scoprire

Capodanno a Parigi? Tre suggerimenti da non perdere

di 
Barbara Gallucci
20 Novembre 2017
 
Il bello di Parigi è che non servono davvero buoni motivi per andarci o tornarci. Passeggiare sui boulevard, fare una pausa nei parchi, entrare a Notre Dame, mangiare in un bistrot, sono tutte attività che nella capitale francese hanno un valore e un piacere di per sé. Eppure la Ville Lumière punta da sempre su una costante evoluzione e, ogni volta, c'è qualcosa di nuovo da scoprire. Magari approfittando dei ponti di fine anno o di Capodanno. Tre i suggerimenti che vi diamo: un museo per celebrare Picasso, uno che mette la moda al servizio dell'arte e una mostra da non perdere. Dulcis in fundo la grande novità dell'anno: il museo dedicato a Yves Saint-Laurent che ha aperto i battenti poche settimane fa.
 
LO SPAZIO GIUSTO PER PICASSO 
Meta da non perdere per chi ama l'arte il museo Picasso nel Marais riaperto un paio di anni fa. È una delle collezioni più importanti dedicate all'artista spagnolo con oltre cinquemila tra pitture, disegni, sculture, ceramiche, fotografie e anche opere di altri grandi “colleghi” come Renoir, Matisse, Cézanne, di proprietà di Picasso e ora patrimonio dello Stato francese. Difficile trovare qualcosa di simile in termini di ricchezza del patrimonio esposto. Ci è voluto del tempo, ma ne è valsa la pena. Da solo un motivo per pensare a Parigi a Capodanno. Fino all'11 febbraio 2018 è allestita anche l'originale mostra dedicata all'anno "erotico" di Picasso, il 1932 
 
 
NON SOLO MODA PER LOUIS VUITTON
Una casa di moda tra le più importanti e famose del mondo, un architetto pluripremiato, una collezione di arte contemporanea ricca e raffinata. Con questi tre elementi di base è stata inaugurata la nuova sede della fondazione Louis Vuitton firmata da Frank Gehry e che ospita lavori di Olafur Eliasson, Betrand Lavier, Pierre Huyghe, Ellsowrth Kelly... Immersa nel Bois de Boulogne, la struttura sembra composta da mille conchiglie di vetro e acciaio. Uno scrigno per un tesoro che è anche un regalo per la città e per tutti gli appassionati d'arte in visita a Parigi. Fino al 5 marzo 2018 è allestita la mostra con le 200 opere che hanno fatto la storia del MoMa di New York
 
 
IL PRECURSORE DERAIN
Fino al 29 gennaio 2018 il Centre Pompidou parigino ospita una mostra dedicata a André Derain. Artista radicale e avanguardista, Derain non manca di stupire per la sua intelligenza e originalità visiva. Il percorso di visita è concentrato nel periodo prima della Grande Guerra ovvero tra il 1904 e il 1914. Realista precoce, in realtà ha contribuito in maniera consistente nell'evoluzione di fauvismo e cubismo. Motivo in più per andare alla sua scoperta.
 
 
IL MUSEO DELL'ELEGANZA è FIRMATO YVES SAINT-LAURENT
È la grande novità parigina del 2017 e la celebrazione di un mito del mondo della moda. Allestito negli spazi dove lavorava, il museo dedicato a Saint-Laurent non è una semplice rassegna dei suoi modelli migliori, ma un viaggio in una mente complessa, originale, sempre in cerca di ispirazione. Tra opere d'arte, immagini e abiti, l'esperienza di visita è affascinante anche per chi di moda non si interessa. 
 
 
Info:
- Museo Picasso: www.museepicassoparis.fr.
- Fondation Louis Vuitton: www.fondationlouisvuitton.fr.
- Centre Pompidou: www.centrepompidou.fr.
- Museo Yves Saint-Laurent: https://museeyslparis.com/