Scopri il mondo Touring

L'arrivo di Paola Gianotti ad Aarhus, Capitale europea della cultura 2017

Bike the Nobel, l'undicesima tappa. Le ciclabili della Danimarca

di 
Stefano Brambilla
27 Gennaio 2016

Leggi tutte le notizie dedicate a Bike the Nobel!
- La presentazione di Bike the Nobel e il sostegno del Touring Club Italiano
- La prima tappa, da Milano ad Airolo
- La seconda tappa: come si pedala in Svizzera?
- La terza tappa. L'arrivo al Parlamento europeo
- La quarta tappa. Pedalando lungo il Reno
- La quinta tappa. Le piste della Germania
- La sesta tappa. Tra Colonia e Dusseldorf
- La settima tappa. Sull'autostrada per biciclette
- L'ottava tappa. Chi sono i musicanti di Brema?
- La nona tappa. Sulla strada per Amburgo
- La decima tappa. Sotto il canale di Kiel

- L'undicesima tappa. Le ciclabili della Danimarca
- La dodicesima tappa. Sempre più a nord
- La tredicesima tappa. L'arrivo a Oslo

 

"Oggi siamo entrati in Danimarca! Abbiamo abbandonato la Germania ma non la qualità e la quantità delle piste ciclabili, che continuano ad accompagnarci verso Nord!".

Così ci ha detto Paola Gianotti alla fine della tappa numero 11 di Bike the Nobel, la grande iniziativa di Caterpillar (il programma di Radio 2) per candidare la bicicletta al premio Nobel per la pace. La nostra ultracyclist Paola Gianotti - testimonial anche del Touring Club Italiano - sta pedalando ormai da 11 giorni: partita da Milano, è ormai alla volta di Oslo, dove consegnerà le firme raccolte a supporto del progetto. E noi raccontiamo il suo viaggio tappa dopo tappa.



LE PISTE DELLA DANIMARCA
"Come in Germania, anche in Danimarca le piste ciclabili sono molto ben segnalate" ci ha raccontato Paola. "Da Flensburg, dove siamo partiti, fino ad Aarhus, dove siamo arrivati in serata, non abbiamo mai abbandonato un tracciato realizzato apposta per i ciclisti. E' sempre bello quando ci si accorge del rispetto e dell'attenzione verso le due ruote e anche oggi non ho potuto che constatare che le biciclette sono tenute in super considerazione da queste parti!". 



"Pensa che a un certo punto del percorso abbiamo incontrato persino una rotonda creata apposta per i ciclisti. In tutti i giri che ho fatto per il mondo non ne avevo mai vista una!" ha esclamato Paola. "Da questa rotonda partivano ben cinque ciclabili diverse... davvero un sogno". 



Nell'undicesima tappa di Bike the Nobel Paola ha attraversato buona parte dello Jutland, la penisola della Danimarca che dalla Germania si protende verso nord. "Piccole casette colorate, campagna a perdita d'occhio, colline... proprio un bel paesaggio, nonostante il meteo non fosse affatto buono. C'era un bel vento freddo, la temperatura è diminuita rispetto a ieri anche se è rimasta sempre a 5-6 gradi sopra lo zero" ha raccontato Paola, che viaggia con un team di ragazzi agguerriti quanto lei. "Pensa che abbiamo forato cinque volte! Colpa di qualche piccola pietra sulla strada. Ma non ci facciamo demoralizzare...". 



L'ARRIVO A AARHUS
In serata Paola è arrivata ad Aarhus, dove è stata intervistata dai media locali e dove - grazie ai contatti di Girolibero, tour operator specializzato in vacanze in bicicletta e sponsor di Bike the Nobel - ha incontrato uno dei promotori della Capitale europea della cultura 2017. La seconda città danese sarà infatti l'anno prossimo Capitale europea della cultura insieme a Pafo (Cipro) e ormai da mesi si sta preparando al grande evento, che la vedrà protagonista di un intenso programma culturale



"E' stato molto interessante incontrare il promotore di Aarhus 2017" ci ha detto Paola "anche perché i valori su cui si basa il loro programma sono molto simili a quelli di Bike the Nobel: sostenibilità, mobilità dolce, diversità, democrazia". In programma per l'anno prossimo moltissimi eventi, performance e mostre sotto il tema ambizioso "Rethink". La Danimarca, è bene ricordarlo, è un Paese che storicamente è molto attento all'ambiente e alla mobilità sostenibile: basta andare a Copenaghen per rendersene conto... anche il numero di piste ciclabili è impressionante: ben 12.000 chilometri in tutto il Paese.


 
Se vi è venuta voglia di andare in vacanza da queste parti, sappiate che a soli 15 minuti in bicicletta da Aarhus ci sono spiagge, boschi, le pietre runiche di Jelling (patrimonio Unesco). E che nella città - che  studi recenti dicono essere la più felice della Danimarca - si possono visitare due splendidi musei: il museo di arte contemporanea ARoS (nella foto sopra), che ospita opere degli artisti più all'avanguardia del mondo, e il Moesgård Museum, un museo etnografico dove si possono ammirare reperti vichinghi, con una struttura avveniristica e un tetto ricoperto d'erba (nella foto sotto).



Nella tappa numero 12 Paola arriverà fino alla punta dello Jutland e prenderà il traghetto per la Norvegia: continuate a seguirci, Bike the Nobel sta arrivando a Oslo!


GLI APPROFONDIMENTI
- Viaggi di Girolibero, tour operator per vacanze facili in bicicletta, in Danimarca
- Guida Verde Touring Club Italiano Danimarca, da comprare online scontatissima!
- Convenzioni Touring Club Italiano su bicicletta e mobilità dolce
- Visit Denmark: andare in bicicletta in Danimarca
 
 
 
GLI APPUNTAMENTI
- dal lunedì al venerdì alle 17.30 su Caterpillar/Radio2 per ascoltare il racconto dell'impresa (collegamento con Paola alle 18.30);
- tutti i giorni su questo sito per la cronaca e le fotografie delle tappe della pedalata. 



LA MAPPA DELLA PEDALATA DI PAOLA GIANOTTI  
 

TOURING CLUB ITALIANO E BICICLETTA
Tci e bicicletta nelle parole di Lamberto Mancini, direttore generale Touring Club Italiano: guardate il video!

PAOLA GIANOTTI E IL TOURING CLUB ITALIANO
Paola ci racconta cosa significano per lei il viaggio, la bicicletta e il rapporto con Touring Club Italiano: guardate il video!