Scopri il mondo Touring

Dalla Gam alla Triennale, i migliori musei, gallerie e fondazioni del capoluogo lombardo

Arte contemporanea a Milano: i 10 luoghi da non perdere

di 
Barbara Gallucci
1 Febbraio 2017
Fino a qualche anno fa il mondo dell'arte contemporanea di Milano era un circo riservato a pochi eletti. Inaugurazioni e spazi espositivi non mancavano, ma innegabilmente c'era una sorta di muro tra esperti e curiosi. Adesso però, grazie a una strana congiuntura astrale, oppure magari solo come effetto post Expo, le inaugurazioni e le mostre dedicate alla creatività di oggi sono più invitanti e aperte.
 
Abbiamo riunito in questa pagina i dieci indirizzi da non perdere per l'arte contemporanea a Milano. Senza dimenticare che dal 27 marzo al 2 aprile 2017, nei giorni della fiera MiArt, tutta la città vive inaugurazioni e eventi speciali.
 
1. MUSEO DEL NOVECENTO
È facile da trovare e raccoglie un'importante collezione di arte italiana, ovviamente del Novecento. Una prima tappa introduttiva che ospita anche numerose mostre temporanee (fino al 12 marzo 2017 Boom 60!) ospitando anche le produzioni di artisti emergenti.
 
Info: Museo del Novecento, palazzo dell'Arengario, via Marconi 1; www.museodelnovecento.org. Per i soci Tci, ingresso gratuito per l'esposizione permanente, biglietto ridotto per le mostre.

 
2. PADIGLIONE D'ARTE CONTEMPORANEA
Uno spazio prestigioso, elegante, defilato, ma con una programmazione che punta a valorizzare artisti italiani e internazionali di altissimo livello. Tra le mostre da non perdere quest'anno quella dedicata allo spagnolo Santiago Sierra con installazioni, fotografie, video e performance (dal 28 marzo al 4 giugno 2017).
 
Info: Pac Milano, via Palestro 14; www.pacmilano.it. Ingresso ridotto per i soci Tci.
 
 
3. GALLERIA D'ARTE MODERNA
Negli spazi della Villa Reale sono esposte opere della collezione dedicata all'Ottocento, della collezione Grassi che spazia dal XIV al XIX secolo, e della collezione Vismara, orientata alla fine dell'Ottocento e inizi del Novecento. Dove sta l'arte contemporanea in tutto questo? Nelle mostre temporanee che fanno dialogare passato e presente come per La finestra sul cortile allestita fino al 26 febbraio 2017.
 
Info: Gam Milano, via Palestro 16; www.gam-milano.com. Per i soci Tci ingresso gratuito per l'esposizione permanente, biglietto ridotto per le mostre.
 

 
4. TRIENNALE
Immersa nel parco Sempione, la Triennale di Milano è sicuramente uno dei luoghi di attrazione prioritari per chi cerca creatività contemporanea a partire ovviamente dal Museo del design ospitato al suo interno. Le mostre spaziano. Fino al 19 marzo da non perdere quella dedicata a Fornasetti, ma l'evento clou per la primavera è senza dubbio la mostra La terra inquieta (dal 28 aprile al 20 agosto) promossa da Fondazione Trussardi e curata da Massimiliano Gioni, già curatore della Biennale di Venezia nel 2012.
 
Info: Triennale di Milano, viale Alemagna 6; www.triennale.org. Ingresso ridotto per i soci Tci.
 
 
5. FONDAZIONE PRADA
Una sede straordinaria progettata dall'archistar Rem Koolhaas e inaugurata a Milano nel maggio 2015, un secondo spazio nella centralissima Galleria Vittorio Emanuele aperto lo scorso dicembre che si chiama Osservatorio e si concentra sulla fotografia. Senza ombra di dubbio uno degli attrattori forti per gli appassionati d'arte contemporanea è proprio la Fondazione Prada. Tra le mostre previste nel 2017 Slight Agitation 2/4 di Pamela Rosenkranz (9 febbraio-14 maggio) e il progetto Extinct in the wild di Michael Wang (9 febbraio-9 aprile). All'osservatorio fino al 12 marzo molto interessante la mostra collettiva Give me yesterday.
 
Info: Fondazione Prada, largo Isarco 2; www.fondazioneprada.org.
 
 
6. HANGAR BICOCCA
Là dove c'era una fabbrica ora c'è uno degli spazi espositivi più affascinanti di Milano. Da più di 10 anni l'Hangar Bicocca propone mostre temporanee gratuite di altissimo livello proprio in virtù delle dimensioni notevoli e quindi dalla possibilità di ospitare anche lavori monumentali. A partire dall'installazione permanente dei Sette palazzi celesti di Anselm Kiefer. Negli altri ambienti continua, fino al 9 aprile, la personale di Laure Prouvost Grand Dad's Visitor Center. Dal 16 marzo parte l'esposizione Crossover/s di Miroslaw Balka.
 
Info: Hangar Bicocca, via Chiese 2; www.hangarbicocca.org. Ingresso gratuito per tutti.
 
 
7. FONDAZIONE STELLINE
Un palazzo con una storia antica, un tempo orfanotrofio femminile dove erano ospitate appunto le “stelline” è oggi sede di una fondazione culturale che propone un ricco calendario di mostre ed eventi in un contesto poco conosciuto e con un bel parco. Fino al 12 febbraio da non perdere la mostra di sculture contemporanee en plein air Forme nello spazio con protagoniste otto monumentali opere per altrettanti artisti.
 
Info: Fondazione Stelline, palazzo delle Stelline, corso Magenta 61; www.stelline.it.
 
 
8. FABBRICA DEL VAPORE
È lo spazio di Milano con maggior potenziale. Proprio negli scorsi giorni sono state assegnate nuove aree messe a bando, alcune a gallerie d'arte e laboratori. Dalle prossima estate tutto dovrebbe funzionare più a regime. Nel frattempo alcune aree diventano sede di mostre di successo (lo scorso anno con la Triennale). Fino al 5 febbraio 2017 le opere in mattoncini lego di Nathan Sawaya The Art of a brick (sconto per i soci Tci) sono una via di mezzo tra arte e gioco, ma non mancano di stupire grandi e bambini.
 
Info: Fabbrica del Vapore, via Procaccini 4; www.fabbricadelvapore.org.
 
 
9. ZONA LAMBRATE
Il primo fu Massimo De Carlo, uno dei più importanti galleristi italiani che qui, in via Ventura, aprì la galleria nel 1987 e da allora continua a ospitare i più importanti artisti del mondo (fino all'11 marzo è allestita la mostra di Diego Perrone Herbivorous Carnivouros), poi sono arrivati tanti altri. Francesca Minini, per esempio, in via Massimiano (Riccardo Beretta fino al 4 marzo) e la Galleria Monopoli (Paolo Iacchetti fino all'11 marzo).
 
Info: quartiere Lambrate (via Ventura e dintorni); www.massimodecarlo.com; www.francescaminini.it; www.galleriamonopoli.com.
 
 
10. LIA RUMMA – LISSON GALLERY – 10 CORSO COMO
Una tripletta d'oro. Tre gallerie che propongono spesso ottime mostre molto diverse tra loro. La prima merita una visita anche solo per l'edificio che la ospita, una versione in piccolo del New Museum di New York. In via Stilicone (zona Cenisio), ospita in questi giorni la mostra dedicata a Reinhard Mucha. In via Zenale, zona corso Magenta, si trova invece la sede milanese della londinese Lisson Gallery (Broomberg & Chanarin fino al 17 marzo), uno spazio molto affascinante con anche un giardino dove spesso sono collocate alcune opere. Approccio diverso, molto milanese, per la galleria fondata da Carla Sozzani in corso Como. Ristorante, showroom, spazio per eventi e area espositiva, è un punto di riferimento più pop, ma dove le mostre, spesso fotografiche, sono comunque di alta qualità (fino al 26 marzo, esposte le foto del giapponese Nobuyoshi Araki).
 
 
 
 
 
 

DA LEGGERE
Tantissimi i libri e le guide su Milano pubblicati dal Touring Club Italiano. Segnaliamo, da comprare presso il Punto Touring di corso Italia 10 e online a prezzi scontati:
- la Guida Verde Milano, edita nel 2014, con 192 pagine + 120 di informazioni pratiche;
- Usami, la tua guida di Milano, edita nel 2015, con consigli originali e spazio per le proprie annotazioni;
- Milano in scatola, 2015, con una carta generale del centro città e 4 mappe tematiche, illustrate e annotate (green, food, cool, kids).