Scopri il mondo Touring

Il Presidente Sergio Mattarella ha istituito nuovi orari e percorsi di visita. Si inizia il 20 settembre

Apre al pubblico la Tenuta Presidenziale di Castelporziano

di 
Piero Carlesi
13 Settembre 2016
Una grande novità in quest'autunno 2016. Dopo aver deciso di aprire con maggiore frequenza il palazzo del Quirinale a Roma (ricordiamo che i Volontari del Touring Club Italiano per il Patrimonio culturale sono coinvolti in prima persona nell'accoglienza e nella visita del palazzo), il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha annunciato un'altra apertura importante. Dal 20 settembre diventa infatti molto più facile visitare la Tenuta del Presidente della Repubblica di Castelporziano.

La tenuta di Castelporziano occupa circa 5.900 ettari e dista 24 chilometri da Roma. Si estende fino al litorale ed è delimitata in parte dalla via Cristoforo Colombo e dalla strada statale Pontina, in parte dalla strada statale che da Ostia conduce ad Anzio. Si tratta dunque di una tenuta presidenziale che costeggia per tre chilometri il litorale romano fra Ostia, Capocotta e Anzio, ricca di preziosa macchia mediterranea, con un microclima molto particolare: l’ultimo lembo, relitto e incontaminato, di quelle vaste foreste e dei boschi che, fin dall’antichità, si estendevano lungo tutta la costa laziale. La tenuta appartiene allo Stato dal 1872 quando fu acquistata da Quintino Sella, allora ministro delle Finanze, ed è stata nelle disponibilita prima dei Savoia, poi dei Presidenti della Repubblica quale residenza estiva.
 
 
L'AMBIENTE NATURALE
Alla grande varietà della spontanea vegetazione, con numerosi antichi querceti e sughereti, corrisponde un’analoga ricchezza di specie faunistiche. Numerosa è la popolazione di cinghiali e daini, insieme con famiglie di caprioli e più modesti nuclei di cervi. L’ambiente della Tenuta offre anche un ottimo rifugio a varie specie di uccelli, sia stanziali sia migratori. Si effettuano, periodicamente, catture di uccelli migratori per la rilevazione dei dati e le operazioni di inanellamento, nell’ambito del progetto internazionale Euring. Sono presenti anche piccoli mammiferi quali la volpe, l’istrice, il tasso, la martora, le lepri e i conigli selvatici.
 
Di notevole interesse sono le pinete: la più vecchia risale al secolo scorso. Il sottobosco è composto di piante tipiche della macchia mediterranea (cisto, lentisco, corbezzolo, erica, ginestra, mirto, ginepro, alloro, oleastro, fillirea, rosmarino, smilace, rovo, ecc.).
 
 
COME PRENOTARE
Le visite possono avere luogo da lunedì a venerdì con orari 9-13 e 14-17, sabato 9-14; domenica chiuso.
 
Per visitare la tenuta occorre fare la prenotazione on line sul sito palazzo.quirinale.it/residenze/visitacastelporziano/prenotaCP.html.
Per contattare il Call center, tel. 06.39967557.
Per le visite della scolaresche, tel. 06.51098316, tenuta@quirinale.it.
 
Il costo della visita è di 10 euro, comprensivo della prenotazione obbligatoria di € 1,50.
 
Sono possibili diversi tipi di visite:
- il percorso storico-artistico dal 20 settembre all’11 dicembre 2016 e dal 17 gennaio all’11 giugno 2017. Orari: 10.15 e 10.30.
- il percorso archeologico dal 20 settembre al 13 novembre 2016 e dal 14 marzo all’11 giugno 2017. Orario: 8:15.
- il percorso naturalistico Capocotta - Riserva di Lauro, dal 20 settembre al 13 novembre 2016. Orario: 8.45.
- il percorso naturalistico Malafede, dal 20 settembre al 13 novembre 2016. Orario: 8.30.