Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • Appassionati de Il Trono di spade? Ecco perché andare in Irlanda del Nord

Gli itinerari da seguire, le porte scolpite e l'arazzo dei record: tutti i suggerimenti per un viaggio seguendo le orme di Game of Thrones

Appassionati de Il Trono di spade? Ecco perché andare in Irlanda del Nord

di 
Luca Bonora
25 Luglio 2017
È appena ripresa su Sky la settima stagione della serie tv Games of Thrones, in italiano Il Trono di Spade. Seguire le epiche vicende delle famiglie Lannister, Stark e Targaryen dalle terre del Sud di Westeros fino alle gelide lande oltre la Barriera, nel Nord, non è solo un viaggio con la fantasia: i luoghi in cui è girata la serie sono in gran parte reali (e tutti in Europa: ne scrivevamo diffusamente in quest'articolo).

Aggiungiamo ora un altro particolare. L'Irlanda del Nord ospita più location di Game of Thrones di qualsiasi altra parte del mondo, come ricorda orgogliosamente l’ufficio del turismo irlandese. Per questa ragione, sul sito ufficiale c’è un’area dedicata, che propone dettagliati itinerari turistici.
 

L'ITINERARIO IN IRLANDA DEL NORD
Complice le ridotte dimensioni dello Stato, in soli tre giorni è possibile visitare tutte le location: le Terre dei Sette Regni sono nella realtà quattro contee: Down, Antrim, Derry-Londonderry e Fermanagh.

Si parte da Tollymore Forest Park (Contea di Down) dove sono ambientate le scene della Foresta Stregata. Per seguire i passi di Ed Stark e Jon Snow c’è Castle Ward, ovvero Grande Inverno, la dimora storica della Casa Stark. Visto il successo della serie, il castello si è attrezzato per accogliere i fan: offre infatti banchetti medievali, corsi di tiro con l’arco e visite guidate nei boschi circostanti, in cerca di metalupi.

Inch Abbey è il luogo dove ha avuto inizio la Guerra dei Cinque Re; a Cairncastle, sempre nella Contea di Antrim, si celebra il terribile fidanzamento di Sansa Stark con Ramsay Bolton. Lungo la costa, le grotte di Cushendun, risalenti a oltre 400 milioni di anni fa, sono lo scenario di un oscuro crimine: qui Melisandre partorisce il demone che ucciderà Renly Baratheon, fratello minore di re Robert e di Stannis.
 
The Dark Hedges (la Strada del Re)
 
The Dark Hedges (Contea di Antrim) è un luogo famoso ben prima del 2011 per le sue bellezze naturali: qui i faggi secolari intrecciano le loro chiome creando una volta boscosa dal fascino unico – fini anche sulla copertina di Qui Touring nel novembre del 2006. Nella serie è la strada principale dei Sette Regni, Strada del Re, dove Arya si traveste da ragazzo per evitare di essere catturata. Altri luoghi trasformati in set lungo la Causeway Coast sono Murlough Bay e il piccolo villaggio di pescatori Ballintoy Harbour.

Proseguendo, tra Derry e Fermanagh si trova Portstewart Strand, oltre 3 km di spiagge sabbiose: non ce lo aspettavamo ma siamo finiti sulla costa di Dorne, dove Jaime Lannister e Bronn si sono fatti prigionieri e dove la bellissima Ellaria e le sue figlie cospirano. Binevenagh, infine, è la montagna presso cui Daenerys e il suo drago trovano rifugio dopo la fuga dall’arena di Meereen.
 

DOORS OF THRONES: L'INVERNO È ARRIVATO
A proposito del viale alberato, The Dark Hedges. Lo scorso anno l’inverno era davvero arrivato, nei luoghi di Game of Thrones: nel 2016 l’uragano Gertrude si era abbattuto sull’Irlanda del Nord, colpendo anche uno dei luoghi più suggestivi e conosciuti della saga, appunto The Dark Hedges, che come dicevamo è conosciuta nella serie tv come la Strada del Re. Il viale di faggi secolari nella Contea di Antrim era stato devastato: alberi divelti, rami spezzati.

Da questi tronchi sono state ricavate 10 porte, una per ogni episodio della sesta stagione di Game of Thrones, perché nulla andasse perduto. Draghi ed Estranei, battaglie e tradimenti: gli artigiani del legno hanno scolpito le vicende, dettaglio per dettaglio. Le porte sono ora visibili in pub, caffetterie e locande in Irlanda del Nord, nelle vicinanze di alcune location dove sono state fatte le riprese di Game of Thrones; una si trova anche a Belfast, presso il pub The Dark Horse.

Gli appassionati fan possono tutt’ora vedere di persona le dieci porte nel loro tour dell’Irlanda del Nord e dei luoghi della serie; tutti gli indirizzi sono su www.irlanda.com/doors.
 
 
LA TRAMA SI INFITTISCE
E ancora, per finire. Oltre agli artigiani del legno, anche i maestri tessitori irlandesi hanno celebrato la saga di Westersos, realizzando un grandioso arazzo, lungo 77 metri, in stile Bayeux. Realizzato con lino dell’Irlanda del Nord, l’arazzo illustra le precedenti stagioni di Game of Thrones, dalla 1 alla 6, raffigurando alcuni degli episodi chiave della serie: le Nozze Rosse, il processo a Tyrion, l’agguato a John Snow, e poi l’Altofuoco, gli Estranei dagli occhi blu, Drogon e i draghi di Daenerys. L’arazzo è esposto presso l’Ulster Museum a Belfast, in Irlanda del Nord, da sabato 22 luglio.

Affianca l’arazzo in una affascinante commistione di antico e moderno, una app realizzata ad hoc, "Arazzo di Game of Thrones in Irlanda del Nord", che permette di scoprirne tutti i dettagli. Con l’avanzare della settima stagione, nuove sezioni dell’arazzo verranno svelate ogni settimana, quando gli eventi principali della puntate trasmesse saranno stati ricamati sulla tela. Turismo Irlandese farà scoprire e condividerà queste nuove sezioni tramite i propri social, dove i fan potranno vedere video in time-lapse e foto animate man mano che nuovi pezzi prendono vita. È proprio il caso di dire che la trama si infittisce!
 


INFORMAZIONI
Sito web Ente del turismo irlandese, www.irlanda.com.