Scopri il mondo Touring

Da giovedì 28 novembre a domenica 1° dicembre

Aosta: apertura straordinaria della torre dei Balivi

di 
Piero Carlesi
28 Novembre 2013
La torre dei Balivi, situata nell’area nord-est della cinta muraria di Aosta, l'antica Augusta Praetoria, con gli edifici aggregati e le aree di pertinenza, rappresenta uno dei complessi monumentali più significativi e imponenti del capoluogo della Valle d'Aosta. Fu costruita nel Medioevo sulle strutture di una preesistente torre romana. L’apertura straordinaria del sito monumentale torre dei Balivi, recentemente restaurato, è in programma da giovedì 28 novembre a domenica 1° dicembre 2013. Nel percorso di visite guidate costruite ad hoc per l’evento (da prenotare), sono illustrati l’importanza della Torre dei Balivi per l’evoluzione storica e architettonica della città, i risultati emersi dalle campagne di scavo archeologico e gli interventi di restauro effettuati nei diversi ambienti del complesso monumentale.

La torre prende il nome dal fatto che fu la residenza dei Balivi (gli amministratori della città) dal 1430. In precedenza fu di Guglielmo De Palatio che la vendette nel 1243 al Conte Pietro II di Savoia. Quando, nel 1626, i Balivi preferirono trasferirsi in Palazzo Roncas, il complesso, rimaneggiato, diventò una prigione.  A integrazione del ciclo di visite è prevista sabato 30 novembre alle ore 18 una conferenza scientifica dal titolo La torre dei Balivi: le tappe di un recupero pluridisciplinare, dedicata ad approfondire i lavori e le risultanze dei ritrovamenti archeologici. presso il futuro Auditorium della Torre dei Balivi (su prenotazione).

La torre dei Balivi rappresenta un inedito punto di partenza per visitare Aosta romana: la cinta muraria che circonda il centro storico, la Porta Praetoria (l’accesso principale alla città di Augusta Praetoria), l’Arco d’Augusto e il meraviglioso teatro romano che in passato ospitava fino a tre o quattromila spettatori e che quest’anno farà da cornice ai mercatini di Natale. Nei dintorni di Aosta merita una visita il Pont d’Aël, il ponte acquedotto romano, recentemente restaurato, datato 3 a.C., un monumento unico nel panorama delle opere ingegneristiche di epoca romana.

Per prenotare le visite guidate, tel. 348 3976575. Orario: dalle 8 alle 17 (dal lunedì al venerdì) e dalle 8 alle 13 (sabato e domenica).