Scopri il mondo Touring

Il settore cresce anche nel 2014. E aspetta l'Expo con fiducia

Agriturismo, i conti tornano

di 
Luca Bonora
14 Gennaio 2015
C'è un settore del turismo che nonostante le difficoltà degli ultimi anni segna sempre numeri positivi. È quello dell'agriturismo, un comparto che ormai in Italia coinvolge oltre 20mila piccole aziende, scelte nel 2014 da 3,4 milioni di visitatori e che ha fatturato complessivamente un miliardo di euro, stando ai dati diffusi proprio in questi giorni da TTG Italia.

Anche il futuro è verde, è proprio il caso di dirlo. le fiere di settore attirano un numero sempre maggiore di visitatori e non sono più limitate solo agli addetti ai lavori: l'imminente Agriturismo in fiera che Novegro, alle porte di Milano, ospiterà il weekend del 24 e 25 gennaio, sarà l'occasione per scoprire piccole e grandi realtà rurali del nostro paese, con particolare attenzione alle fattorie, all'alimentazione biologica e gli spazi spa e benessere di queste strutture. L'offerta infatti si fa sempre più ricca e variegata, e oltre la metà delle aziende agrituristiche – 12.096  – propongono attività come equitazione, escursionismo, osservazioni naturalistiche, trekking, mountain bike, fattorie didattiche, corsi di cuscina, sport e altro ancora.7.628 aziende (pari al 36,5%) aziende svolgono contemporaneamente alloggio e ristorazione, Le aziende autorizzate alla ristorazione sono 10.514 e costituiscono il 50,3%, quelle all’alloggio sono 17.102, ovvero il l’81,8%

Le previsioni per il 2015 evidenziano come già 4 milioni 800mila persone che hanno in programma una visita in un agriturismo: il 58% punta alla Toscana, regione culla e simbolo dell'agriturismo;  il 34% l'Umbria, il 19% le Marche, che è la regione che ha registrato negli ultimi mesi la maggiore crescita di strutture, +11% .

L'83 per cento dei turisti che preferiscono l'agriturismo in Italia arriva dall'Europa, il 12 per cento dalle Americhe e il 5 per cento dall'Asia. Se guardiamo poi i dati sulla clientela italiana, scopriamo che l'utente medio ha fra i 30 e i 50 anni, un titolo di studio e sceglie l'agriturismo non solo per stare a contatto con la natura, ma anche per un questione di convenienza economica: la spesa media per un soggiorno è infatti di 54 euro al giorno contro i 67 euro medi richiesti da altre strutture ricettive, alberghi in primis.
La Lombardia è a sorpresa la terza regione italiana per agriturismi, 1.521, preceduta da Toscana e Alto Adige rispettivamente con 4.108 e 3.098 aziende. Pensando all'Expo di Milano milanese e al suo tema, il 2015 potrebbe davvero essere per il settore un anno d'oro.