Scopri il mondo Touring

Dal 19 al 21 settembre torna il Tocatì, Festival internazionale dei giochi di strada

A Verona si gioca in strada

di 
Luca Bonora
19 Settembre 2014

Dopo Intrighi a Gradara, torniamo a parlare di giochi e lo facciamo segnalando, dal 19 al 21 settembre, il Tocatì, Festival internazionale dei giochi di strada, che ha luogo come di consueto a Verona. 
La città scaligera da 12 anni ospita questo evento che celebra i giochi di strada, basati su fantasia, improvvisazione, poche regole e pochissimi materiali: bastava un gessetto per giocare a mondo... 

Nel 2014 per la prima volta Tocatì (dal veneto "tocca a te") varca l'oceano: il Paese ospite, che proporrà circa 40 giochi della sua tradizione popolare, è infatti il Messico. Ma ci sarà spazio anche per riscoprire la tradizione italiana.

 

GIOCHI ED ESIBIZIONI
Nei tre giorni dell'evento sarà possibile assistere a esibizioni di giochi antichi, alcuni di origine precolombiana, come Voladores de Papantla (acrobatici atleti si esibiscono in cima a un palo alto 20 metri), Pelota P'urépecha (lancio di una palla infuocata) e la meno ginnica Trompo, la coloratissima trottola messicana.

Tra i venti giochi tradizionali italiani proposti in questa edizione la palla avrà un posto in primo piano. Ovviamente dimenticate il calcio e gli altri sport moderni: ci saranno il Pallone con bracciale (dalle Marche), la Pantalera, variante piemontese della pallapugno e il cinquecentesco To'vegna (Veneto). E poi Pindoi, sfida di abilità nel lancio di sassi (Friuli), il Lancio del Maiorchino, forme di pecorino da circa 10 kg (Sicilia), Lancio del panforte (senese) e Bije (birilli), che viene praticato tradizionalmente solo dalle donne di Farigliano (Piemonte) e verrà accostato ad altri giochi femminili come il Gioco delle noci di Monterosso al mare (Liguria). E ancora: giochi da tavolo come Backgammon, Carrom, Dama e Go, e giochi urbani come parkour, streetboulder e per la prima volta al Tocatì slackline.

 


Il festival è interamente gratuito; in caso di pioggia si tiene in spazi al coperto.

 


NON SOLO GIOCO
Sul Lungadige San Giorgio, nell’area Cucine del Festival, si potranno gustare vini e specialità veronesi e della gastronomia messicana, mentre all’Osteria del gioco si troveranno vini della zona e menù a km zero.
Un servizio speciale di imbarcazioni consentirà invece di visitare Verona navigando l’Adige, mentreuna mostra alla Biblioteca Civica proporrà i più bei libri illustrati per l’infanzia sul tema dell’alfabeto; l'ex chiesa di S. Giorgetto ospiterà un'altra mostra dedicata alla ricca tradizione ludica messicana. Tra gli ospiti ci sarà lo scrittore Pino Cacucci, autore di numerosi libri sul Messico.

PER SAPERNE DI PIU'

Tocatì: www.tocati.it

Associazione giochi antichi: www.associazionegiochiantichi.it
Il nostro blog Viaggiare per gioco


Gradara, il gioco da tavolo e il borgo Bandiera arancione