Scopri il mondo Touring

Aumentano gli spettatori per l'evento in corso al Foro Italico fino a domenica 17 maggio

A Roma il tennis che conta: per vedere Djokovic, ma non solo

di 
Silvestro Serra
13 Maggio 2015
Fatte le debite proporzioni, l'evento sta avendo la stessa risposta popolare entusiasta che c'è tra i visitatori che superando tutte le difficoltà logistiche sono riusciti ad arrivare all'Expo: sorpresa, meraviglia, allegria e divertimento. Solo che a Roma per godere di tutto questo non c'è bisogno di affrontare lunghi tragitti come per l'esposizione milanese. Gli Internazionali Bnl d'Italia di tennis che si tengono nel cuore novecentesco della capitale (tra Prati e la Farnesina, lo stadio Olimpico e il Tevere, nella splendida cornice dei pini del Foro Italico, fino alle finali di domenica 17 maggio) sono un irresistibile richiamo popolare che mette insieme la passione per lo sport (solo i tesserati della federazione sono quasi 300mila) ma anche la voglia di divertimento, di passare una giornata o una serata con amici o in famiglia e con i bambini (si apre con la colazione alle 10 e si va avanti fino a notte con le danze e la musica nella Ballroom).
 
In mezzo le decine di campi in terra rossa dove si allenano in pubblico e poi si incontrano i migliori tennisti del mondo (esemplari i due campi top, il Centrale e il Grand Stand Arena). Gli Internazionali romani sono infatti inseriti nell'ATP World Tour Masters 1000 che si svolge lungo un percorso in nove tappe che tra primavera e autunno porta, tra le varie sedi da Indian Wells a Parigi, passando, tra le varie sedi, per Montecarlo, Madrid e Shanghai. I Masters 1000 sono i tornei più importanti del mondo dopo i quattro del Grande Slam.
 
Se l'anno scorso a Roma le presenze medie nei 10 giorni dell'evento sono state 176 mila, nell'edizione in corso si prevede un ulteriore aumento almeno del 7 per cento. E più che i dati, riconosciuti persino dall'Istat come la migliore performance tra gli sport in crescita, conta la soddisfazione: nel 2014 il circuito mondiale dei tennisti professionisti Atp ha eletto l'appuntamento romano come “the best fan experience” nel senso che è il posto dove si presta più attenzione agli spettatori. Come già sta accadendo a Cinecittà, trasformata da luogo riservato agli addetti del cinema in un divertente parco di cine-divertimenti, così anche gli Internazionali, non a caso sponsorizzati da Bnl e da Rolex, stanno trasformando il Foro in un attraente parco per famiglie che tra le tante altre attività e ai posti di ristoro previsti, potranno anche assistere a letture teatrali tratte dai libri sul tennis, prima di finire travolti nelle danze della Ballroom.

INFO
Tutti i giorni, fino a domenica 17 maggio, apertura ore 10.
I biglietti costano dai 16.50 euro in su (ma quelli per la finale valgono non meno di 330 euro).